fbpx
martedì, 17 Set 2019
Quattro Zampe
Adozioni responsabili
Attualità

Adozioni responsabili per prevenire gli abbandoni

Non c’è cosa più bella che adottare un cane. Ma questa deve essere una scelta sensata e ragionata. Troppo spesso si vedono in giro vere e proprie ondate di cani appartenenti ad una stessa razza dopo l’uscita, ad esempio, di un film di successo. Ricordiamoci dei vari Dalmata, Chihuahua, Akita, Cocker, Dobermann e altri.

Passato poi il momento di gloria, la maggior parte degli esemplari viene abbandonata: esempio famoso quello accaduto in America per i Chihuahua. Talvolta i proprietari chiedono consigli a esperti che commettono errori clamorosi. Mi è capitato di sentire da proprietari che alcuni veterinari consigliavano come cane ideale per i bambini il Jack Russell perché piccolo di taglia. Ma il Jack Russell è un cane da tana dalla robusta dentatura e che, per istinto, tende a rincorrere e mordere i calcagni.

Lupo cecoslovacco, non per tutti

La razza di tendenza di il questi ultimi anni è il cane Lupo Cecoslovacco. Da tanti anni mi occupo di questa razza molto particolare e posso con certezza dire che non è un cane per tutti. Sicuramente non è adatto ad essere adottato come primo cane, ma è bene che venga scelto da un proprietario con precedenti esperienze. Brevemente: essendo un derivato del lupo, non è un cane a tutti gli effetti perché ha un complesso repertorio etologico composto sia da comportamenti tipici del lupo che altri tipici del cane.

Ciò è evidenziato maggiormente quando incontra altri cani. Il cane Lupo Cecoslovacco ha una comunicazione posturale e verbale legata alla gerarchia di dominanza che spesso è malinterpretata dai comuni cani e soprattutto dai loro proprietari. Altra caratteristica di rilevante importanza è che hanno un legame fortissimo con il loro leader, o capobranco. Ha bisogno, inoltre, di scorrazzare il più possibile all’aperto e il suo grande istinto predatorio spesso non va d’accordo con i gatti. Concludendo, che adottiamo un cane Lupo Cecoslovacco oppure no, non dimentichiamoci mai che i canili comunali e privati sono al collasso con migliaia di cani meticci che non ricordano nessuna razza in particolare, ma sono frutto di un miscuglio di esse, rendendoli unici e speciali e sempre alla moda.

Consigli pratici

  • Diffidiamo di negozianti che vendono a buon mercato cuccioli di razza di dubbia provenienza. Ma, piuttosto, segnaliamolo alle autorità competenti.
  • Attenzione agli allevatori: nessuno di loro ci indicherà i difetti della razza di cui  si occupa, ma ne elogerà solo i pregi.
  • Leggiamo libri divulgativi  sul comportamento canino, curando  in particolare i segnali calmanti.
  • Iscriviamoci a corsi quali puppy class  e/o obedience dove si usino solo metodi gentili oltre quelli organizzati dalle nostre Asl di appartenenza per il patentino.

 

di Costanza De Palmawww.costanzadepalma.it
Foto di Shutterstock

Altre letture consigliate

97 cani salvati dall’Uragano Dorian

Redazione Quattro Zampe

L’Australia vuole sterminare 2 milioni di gatti

Maria Paola Gianni

Pimpi, la cagnolina di Susanna Tamaro avvelenata da un boccone

Alessandro Macciò

Quando scappa la pipì: dove fare i bisognini?

Claudia Ferronato

Maxi Zoo: nuovo concorso “L’amore vale oro”

Claudia Ferronato

Il cane chiuso in auto sotto il sole? Ecco come si giustifica chi l’ha fatto…

Claudia Ferronato