fbpx
martedì, 17 Set 2019
Quattro Zampe
Attualità

CON FIDO IN UFFICIO E IN SPIAGGIA

MILANO — «Considero un grande risultato aver innescato il cambiamento culturale che porterà il nostro Paese ad adeguarsi a quel forte sentimento di amore e rispetto per gli animali che regna nel cuore degli italiani. Continuerò a farmi interprete delle istanze di milioni di cittadini che amano i nostri piccoli amici» . Così il ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla commenta il successo della campagna per un’Italia animal friendly. A Milano, nel corso dell’ultima giornata della Bit (Borsa internazionale del turismo), i protagonisti sono stati i venti Comuni — rappresentati da sindaci e assessori — premiati con il titolo di «Città animal friendly» dal ministro. Sul palco, mentre scorrevano le immagini del cartoon banner del sito www.turistia4zampe.it, c’era il sindaco di Milano, Letizia Moratti, per la quale la passione per i gatti non è un segreto.

Tra le città più virtuose, Finale Ligure (la stessa regione è presente anche con Pietra Ligure), perché ha aperto agli animali domestici le proprie spiagge, mentre a Piombino è da più di dieci anni che è consentito l’accesso libero ai cani. Non solo. Il Comune in provincia di Livorno è tra i pochissimi centri (non arrivano a venti) in cui è attivo un ufficio comunale per la tutela degli animali. Restando in Toscana, ad Arezzo va la targa con la motivazione: «Per il regolamento a tutela degli animali ed i numerosi servizi dedicati ai turisti a 4 zampe». Tra le città lacustri, «che hanno attrezzato una bellissima spiaggia per gli amanti del lago che non vogliono separarsi dal proprio animale» il Città animal friendly è andato a Perledo (Lecco), Dormelletto (Novara) e Ledro (Trento). Tra le virtuose che si sono distinte per le spiagge attrezzate le marchigiane Grottammare, Porto Sant’Elpidio (premiata anche per la campagna istituzionale «Portami al mare con te» ) e Porto Recanati. Fido può tranquillamente correre libero, nel Sud, sulla battigia delle spiagge calabresi di Reggio e Santa Caterina dello Ionio. Novara e Druento (nel Torinese) si fanno invece compagnia al Nord in quanto animal friendly in tutto e per tutto, in compagnia di Ferrara tra le prime a dotarsi di un regolamento sulla tutela degli animali e la loro convivenza.

Lo scorso anno, a giugno, è stato creato il Comitato per la creazione di un’Italia animal friendly e la risposta è stata subito accolta da Comuni e spiagge. Paolo Dessi, sindaco di  Sant’Anna Aressi (tra le città premiate), nel Cagliaritano, ha pensato di dedicare più di cento metri  della splendida spiaggia di Porto Pino all’estate a quattro zampe. Emilio Floris, primo cittadino di Cagliari, oltre che responsabile del turismo per l’Anci, ricorda che la sua città è stata premiata per aver adottato  l’ordinanza Brambilla sulle spiagge. «E da marzo — promette— saranno snellite le procedure con Asl e Demanio, per rendere a misura di Fido altri tratti della costa» . Milano non ha spiagge, certo, ma è piena di iniziative per trasformare «la città più gioiosa con gli animali, attraverso un parco canile grazie al quale i cani abbandonati sono scesi, nell’ultimo anno, del 10 per cento, una serie di corsi per le famiglie col cane, e l’ideazione di una tessera con microchip per la tracciabilità dell’animale» , ricorda Letizia Moratti. Tra le sedie riservate agli ospiti, ieri, i veri protagonisti della giornata sono stati naturalmente i cani. Come gli eroici Sparkie e Roky, salvatori del cane Leo, rimasto intrappolato per cinque giorni in un crepaccio delle montagne lecchesi a 2300 metri d’altitudine. «I miei due cani hanno cominciato a girare intorno a una buca, avevano capito che lì c’era un loro amico» , ha ricordato Aldo Invernizzi, il padrone. E i cani abbandonati? Grazie alla campagna «Io l’ho visto» , firmata da Radio Montecarlo, Virgin Radio e dal gruppo Fineco, nel 2010 ne sono stati salvati 850.

Altre letture consigliate

97 cani salvati dall’Uragano Dorian

Redazione Quattro Zampe

L’Australia vuole sterminare 2 milioni di gatti

Maria Paola Gianni

Pimpi, la cagnolina di Susanna Tamaro avvelenata da un boccone

Alessandro Macciò

Quando scappa la pipì: dove fare i bisognini?

Claudia Ferronato

Maxi Zoo: nuovo concorso “L’amore vale oro”

Claudia Ferronato

Il cane chiuso in auto sotto il sole? Ecco come si giustifica chi l’ha fatto…

Claudia Ferronato