fbpx
domenica, 25 Ago 2019
Quattro Zampe
Attualità

CONDANNATO A 2 MESI UN FRUTTIVENDOLO

Palermo – Condannato a due mesi di reclusione per aver maltrattato la sua mula: è questa la pena, sospesa, che la seconda sezione penale del Tribunale di Palermo ha inflitto al proprietario dell’animale usato per trasportare la frutta nel centro di Palermo. Lo si legge su Canicattì Web. Secondo il racconto di alcuni testimoni che si sono rivolti alla Lav, la mula svenne in strada per l’inedia e fu percossa dal proprietario per farla rialzare. Quando la polizia giudiziaria, su richiesta della Lega anti vivisezione, andò dal proprietario per il sequestro, l’animale era stato venduto a soggetti mai individuati. Il proprietario della mula è stato condannato anche a risarcire la Lav quale parte offesa ed al pagamento delle spese processuali. “Una sentenza importante – dice la Lav – perché restituisce un po’ di giustizia a una sp ecie incredibilmente ancora considerata ‘da traino’, dice Maurizio Santoloci, direttore dell’ufficio legale dell’associazione animalista.“Questa sentenza – aggiunge la Lav – smentisce clamorosamente il superficiale parere del medico veterinario che giudicò la situazione non grave tanto da non permettere il sequestro della mula e quindi la sua salvezza”.

Altre letture consigliate

L’Australia vuole sterminare 2 milioni di gatti

Maria Paola Gianni

Pimpi, la cagnolina di Susanna Tamaro avvelenata da un boccone

Alessandro Macciò

Quando scappa la pipì: dove fare i bisognini?

Claudia Ferronato

Maxi Zoo: nuovo concorso “L’amore vale oro”

Claudia Ferronato

Il cane chiuso in auto sotto il sole? Ecco come si giustifica chi l’ha fatto…

Claudia Ferronato

Estate: le vacanze a regola di pet

Claudia Ferronato