fbpx
mercoledì, 22 Mag 2019
Quattro Zampe
Attualità

Emergenza freddo: come aiutare gli animali, i consigli di Enpa

Ed ecco arrivato puntuale il freddo polare “promesso” dai meteorologi, insieme alle prime fitte nevicate. Con molte aree coperte di ghiaccio di notte e di mattina, è tempo di pensare a mantenere caldi e asciutti sia i nostri amici domestici che gli animali selvatici.

Vediamo come possiamo di “dare una zampa” a chi fa fatica a sopportare bruschi cambiamenti di temperatura oppure non trova riparo o ha difficoltà a nutrirsi in queste condizioni climatiche. Novità ai nostri mercatini natalizi, ci sono confezioni di mangime per uccelli selvatici. Tutto questo per affrontare l’emergenza freddo: sono consigli dell’Enpa (www.enpa.it)

L’emergenza freddo e gli animali di casa

Per i quattro zampe di casa è sufficiente un pizzico di attenzione in più, tenendoli possibilmente in casa almeno nei mesi più freddi; se questo non fosse possibile è doveroso provvedere a proteggerli con un riparo adeguato e bella coperta calda di lana. Una cuccia coperta e sempre asciutta è fondamentale per evitare malanni: non basta una semplice tettoia, specialmente di notte quando gli improvvisi cali di temperatura sono frequenti e il termometro scende sottozero.

L’acqua del cane o del gatto può congelarsi

Inoltre ricordiamo che l’acqua del cane o del gatto può congelarsi; consigliamo recipienti di plastica poiché il metallo conduce il freddo più rapidamente.

Occhio ai cani a pelo raso

Naturalmente i cani a pelo raso o a pelo corto, quelli di taglia piccola, i soggetti più anziani e giovani, e quelli malati vanno maggiormente protetti dalle intemperie e non devono essere lasciati all’aperto, specie di notte. Come noi, anche loro sono più soggetti a malanni di stagione, quindi bisogna sempre tenere sotto controllo lo stato di salute del nostro animale: se guaisce, se ha i brividi o tende sempre a raggomitolarsi su se stesso è meglio portarlo al caldo. Se è più mogio del solito, più caldo, o se starnutisce frequentemente, consigliamo di rivolgervi al più presto al vostro veterinario di fiducia.

Usare i cappottini

È vero che in questo periodo piove poco, ma se il vostro amico dovesse decidere di fare un bagno fuori stagione in qualche corso d’acqua è essenziale asciugare tutto il corpo, soprattutto le orecchie e le zampe. In commercio ci sono anche tanti modelli di cappottini per proteggere i nostri amici a quattro zampe durante le passeggiate invernali.

Conigli, roditori e randagi

Naturalmente, anche per quanto riguarda i conigli e roditori, se la loro cuccia è tenuta all’esterno nella bella stagione, in inverno va trasferita in casa. Cerchiamo di dare una mano se possibile anche agli animali randagi meno fortunati dei nostri pet, coccolati e acciambellati al caldo a casa, che magari non hanno la possibilità di mangiare e bere acqua pulita tutti i giorni.

 

[box style=”rounded” border=”full”]GLI ANIMALI SELVATICI

Se il nostro quattrozampe può avere una cuccia comoda e calda dove rannicchiarsi, altrettanto non si può dire per la fauna selvatica che popola le città, in questi giorni in gravi difficoltà per trovare pozze di acqua non ghiacciata dove abbeverarsi e cibo per sfamarsi. Per gli uccelli che frequentano i nostri giardini o i nostri balconi consigliamo di lasciare una ciotolina di acqua tiepida e pulita e qualche leccornia sul davanzale o in altro luogo a prova di predatori come i gatti, che oltre ad essere provvidenziale per qualche piccolo volatile stremato, restituirà al donatore uno spettacolo ineguagliabile in contraccambio.

Se avete spazio sui balconi, sul terrazzo o nel giardino, possono essere installate mangiatoie per uccelli (a destra uno dei tanti modelli in commercio) in modo da poter garantire loro un luogo sicuro dove trovare cibo in abbondanza, inserendovi i cibi idonei, premurandovi sempre di posizionarle in un luogo non raggiungibile dai predatori.

Ricordiamo però che, una volta installata la mangiatoia, dovrà essere rifornita sempre e comunque fino alla primavera successiva: non bisogna mai interrompere bruscamente la somministrazione di cibo poiché i volatili perderebbero un punto di riferimento molto importante durante l’inverno.

Anche una casetta per uccelli può essere utile agli uccellini per trovare un riparo dal vento, dalla neve e dal gelo e per passare la notte tranquilli; anche in questo caso però bisogna ricordarsi di posizionarla in un luogo a prova di predatori e non troppo esposta a traffico e via vai di persone, altrimenti rischiate che la vostra casetta rimanga disabitata.

[/box] 

 

Altre letture consigliate

Pimpi, la cagnolina di Susanna Tamaro avvelenata da un boccone

Alessandro Macciò

Quando scappa la pipì: dove fare i bisognini?

Claudia Ferronato

Maxi Zoo: nuovo concorso “L’amore vale oro”

Claudia Ferronato

Il cane chiuso in auto sotto il sole? Ecco come si giustifica chi l’ha fatto…

Claudia Ferronato

Estate: le vacanze a regola di pet

Claudia Ferronato

Quanti pets possiamo tenere in casa?

Claudia Ferronato