mercoledì, 29 Gen 2020
Quattro Zampe
Attualità

“GREEN HILL DEVE CHIUDERE”

Le immagini dei beagle liberati da Green Hill hanno fatto il giro del mondo e martedì 8 maggio, giornata mondiale contro la vivisezione, la voce dei cittadini indignati è diventata una sola. A riportarlo è l’Oipa.
Le proteste contro l’allevamento di beagle destinati alla sperimentazione, divenuto ormai il simbolo della lotta contro la vivisezione, si sono diffuse a macchia d’olio grazie al passaparola online e martedì scorso moltissime città italiane e oltre 70 città in 4 continenti diversi hanno ospitato manifestazioni e sit-in davanti alle ambasciate e ai consolati italiani.

GLI ANIMALI NON HANNO NAZIONE

L’incredibile mobilitazione, avvenuta all’indomani dell’arresto e della scarcerazione dei 12 militanti che il 28 aprile scorso hanno liberato dal canile di Montichiari una trentina di beagle, è un ulteriore testimonianza che tutto il mondo sta guardando Montichiari, perché gli animali non hanno nazione.
Molte associazioni animaliste straniere hanno infatti deciso di richiamare l’attenzione del loro Paese sulla battaglia che gli italiani stanno portando avanti per chiudere Green Hill.

SPERIMENTAZIONE SENZA ANIMALI

Igualdad Animal, che ha coordinato sit-in tutta la Spagna e in Inghilterra, ha consegnato agli ambasciatori italiani una lettera nella quale si chiede che i fondi destinati alla ricerca vengano indirizzati allo sviluppo e potenziamento della sperimentazione senza animali, a favore quindi di una scienza etica che è richiesta dall’86% degli italiani.
Analogo messaggio è stato sostenuto da Win Animal Rights a New York, Bund fur Vegane Lebensweise a Berlino, Aham Project a Praga, Bhagyanand Animal Society in India e da molte altre associazioni in tutto il mondo.
Gli occhi dell’Italia sono ora puntati sulla commissione XIV del Senato (Politiche dell’Unione europea), che ha deciso di spostare il termine per la presentazione degli emendamenti alle ore 12 di mercoledì 16 maggio.

Altre letture consigliate

Ponte Morandi: premiati gli angeli del soccorso

Simone Graziano

Basta caccia: 230 morti e 854 feriti

Maria Paola Gianni

Ingrid de Storie: la Madre Teresa degli animali

Redazione Quattro Zampe

Spagna: costringono due gattini a fumare e mettono il video sul web

Redazione Quattro Zampe

Investe di proposito il cane della vicina perché abbaia troppo

Redazione Quattro Zampe

Cane cosparso di acido muore agonizzante sotto gli occhi dei padroni disperati

Redazione Quattro Zampe