fbpx
lunedì, 19 Ago 2019
Quattro Zampe
Il Calendario LAV 2017
Attualità

Il calendario Lav 2017 che aiuta gli animali

Splendidi scatti a cura del fotografo naturalista Simone Sbaraglia per il calendario Lav 2017 il cui ricavato aiuterà il Centro di recupero di Semproniano, in Toscana

Sguardi intensi, penetranti e teneri degli animali salvati dalla Lav. Dodici scatti che raccontano storie straordinarie e testimoniano l’impegno dell’associazione per il diritto di ogni singolo animale a libertà, dignità e vita.

E col calendario 2017 la Lav celebra i quarant’anni di vita dell’associazione.

“L’idea di fotografare gli animali accolti nel Centro di Recupero di Semproniano, a Grosseto, mi è sembrata fin da subito una sfida irrinunciabile”, spiega il fotografo naturalista Simone Sbaraglia, “nei loro occhi è ancora vivo il ricordo della sofferenza, ma ho voluto tentare di rappresentare la bellezza della rinascita che per questi animali è iniziata il giorno che la Lav li ha liberati e li ha portati qui”.

Sostiene il centro recupero di animali esotici e selvatici

Il ricavato dei calendari e delle agende Lav 2017 verrà devoluto alla cura e al mantenimento degli animali protagonisti dei dodici scatti, ospiti del Centro di recupero per animali esotici ed animali selvatici di Semproniano, in Maremma.

Tutti gli animali ritratti, infatti, sono stati salvati – sequestrati o confiscati da maltrattamenti, da circhi, dal traffico di specie protette e da detenzione illegale – e sono ospiti del Centro di recupero di Semproniano, dove, accuditi e curati da personale specializzato, in ricoveri progettati con tecniche innovative, possono finalmente vivere in un ambiente sicuro e sereno, dopo tanta sofferenza.Il calendario Lav 2017

Le nuove aree che la Lav sta progettando verranno realizzate secondo i più alti standard internazionali, sviluppati attraverso un network di associazioni e professionisti da anni impegnati nel settore.

Il sogno che stiamo costruendo”, spiegano dalla Lav, “è quello di tutti gli animali maltrattati: con questo calendario si potrà fare un dono speciale ad amici e parenti, contribuendo a sostenere le nostre attività, che coinvolgono lo staff e i volontari della Lav impegnati in azioni e campagne di salvataggio, recupero, affidamento, reinserimento in natura e tutela giuridica di migliaia di animali.

Offrire ad animali selvatici o esotici, spesso nati in cattività una sistemazione idonea alle loro esigenze e caratteristiche etologiche è un impegno che il nostro Paese deve sviluppare, per evitare, ad esempio, che animali maltrattati vengano lasciati nella disponibilità di chi non è in grado di garantirgli condizioni di vero rispetto, a causa della cronica carenza di strutture e percorsi dalla parte degli animali. Scegliere il nostro calendario 2017 è un modo per sostenere concretamente questo impegno dell’associazione a favore degli animali ritratti e messi in salvo”.

Il marchio Quagga

A conferma del proprio impegno nella tutela degli animali, l’azienda di abbigliamento etico ed ecologico Quagga (nome che è omaggio a una sottospecie della zebra sterminata verso la metà dell’Ottocento) ha aderito all’iniziativa.

Quagga è un marchio fur free, vegan e cruelty free che si rivolge a un pubblico attento alla responsabilità etica dei prodotti e seleziona i propri fornitori per ottenere materiali sempre più sostenibili e performanti”, spiega Stefano Bonaventura, co-founder Quagga e designer, che aggiunge: “I materiali provengono al cento per cento da fibre riciclate prive di sostanze nocive responsabili di allergie e potenzialmente cancerogene, a totale vantaggio della salute del consumatore finale, delle maestranze adibite alle lavorazioni e del territorio nel quale queste si svolgono”.

Come acquistare il calendario Lav 2017

Per acquistare il calendario o l’agenda Lav basta visitare il sito ufficiale e scegliere di donare 12 euro con il calendario Lav o donare 15 euro con l’agenda Lav.

 

 

 

A cura di Lucrezia Castello

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altre letture consigliate

L’Australia vuole sterminare 2 milioni di gatti

Maria Paola Gianni

Pimpi, la cagnolina di Susanna Tamaro avvelenata da un boccone

Alessandro Macciò

Quando scappa la pipì: dove fare i bisognini?

Claudia Ferronato

Maxi Zoo: nuovo concorso “L’amore vale oro”

Claudia Ferronato

Il cane chiuso in auto sotto il sole? Ecco come si giustifica chi l’ha fatto…

Claudia Ferronato

Estate: le vacanze a regola di pet

Claudia Ferronato