fbpx
sabato, 23 Mar 2019
Quattro Zampe
Attualità

Intervento delle guardie zoofile OIPA Milano

A seguito di una segnalazione dell’Ufficio Tutela Animali del Comune di Milano, il nucleo di guardie zoofile OIPA di Milano è intervenuto per verificare lo stato di alcuni gatti abbandonati dal proprietario in un appartamento nella periferia ovest di Milano.

Lo stato interno dei locali era terrificante: l’aria era resa irrespirabile dalle esalazioni di feci e urina dei gatti, sui pavimenti, le pareti e le ante dei mobili erano visibili tracce di sangue, non è chiaro se umano o animale, quasi tutte le superfici erano ricoperte di strati di escrementi dei felini. Lo stato di incuria e di abbandono aveva inoltre favorito un’infestazione di scarafaggi.

I gatti non avevano né cibo né acqua a disposizione ormai da giorni ed erano talmente terrorizzati da essersi nascosti dietro mobili e armadi. L’unico ad avere richiamato l’attenzione delle guardie zoofile con i suoi strilli affamati è stato un micino di circa 15 giorni, ritrovato sotto una coperta. Il piccolo, che sarebbe probabilmente morto di lì a poco vista la temperatura corporea troppo bassa, era completamente abbandonato a sé stesso. Le indagini hanno permesso di appurare che la cucciolata di una delle gatte dell’appartamento era originariamente di 6 cuccioli, ma non è stata trovata traccia dei fratellini. L’ipotesi è che siano stati mangiati dagli altri gatti in preda alla fame.

Il proprietario dell’appartamento, tutt’ora non reperibile, secondo quanto riferito dai vicini di casa, si è allontanato da casa alcuni giorni fa chiedendo loro di prendersene cura. E’ parso tuttavia immediatamente evidente che lo stato dei locali non rendeva possibile la vita né di persone né di animali e, alcune scritte ritrovate sui muri, lasciano intendere che alla base dell’allontanamento vi fosse un forte disagio sociale e mentale protratto nel tempo. La Polizia Locale sta procedendo alle necessarie indagini per rintracciare l’uomo e le guardie zoofile OIPA si riservano di procedere alla denuncia per detenzione inadeguata e abbandono di animali.

Il cucciolo è ora affidato alle cure dei volontari OIPA che lo stanno accudendo e nutrendo per sopperire alla mancanza delle cure materne. Un primo gruppo di 15 gatti è stato catturato dalle guardie zoofile e ricoverato presso il gattile del Parco Canile del Comune di Milano dove verranno effettuati i controlli veterinari per stabilirne lo stato di salute. Inoltre, la Asl di competenza sta provvedendo ad effettuare la cattura dei gatti rimanenti, particolarmente complessa visto il loro stato psico-fisico fortemente compromesso.

www.oipa.it

Altre letture consigliate

Pimpi, la cagnolina di Susanna Tamaro avvelenata da un boccone

Alessandro Macciò

Quando scappa la pipì: dove fare i bisognini?

Claudia Ferronato

Maxi Zoo: nuovo concorso “L’amore vale oro”

Claudia Ferronato