fbpx
domenica, 25 Ago 2019
Quattro Zampe
Attualità

LA CRISI IN GIAPPONE E IL SALVATAGGIO DEGLI ANIMALI

Japan Earthquake Animal Rescue and Support (www.jears.org) nasce dalla collaborazione di tre associazioni “no kill” operative in Giappone dedite al soccorso di animali.

Il fine che ha mosso la creazione di JEARS è coordinare il soccorso ed il supporto degli animali in crisi, a seguito degli eventi drammatici, tsunami e terremoto, che hanno colpito il Giappone nel mese di Marzo.
Le persone che hanno informazioni riguardo animali in pericolo o abbandonati possono contattare questa coalizione, la quale tramite volontari e personale veterinario, offre cibo, medicine, cure e alloggi temporanei in attesa di un ricongiungimento con la famiglia di origine se viene rintracciata oppure di adozione di terzi.
Non solo cani e gatti, ma anche animali di altre specie che sono stati abbandonati in seguito alla tragedia trovano aiuto e un riparo grazie a questi volontari. Il loro lavoro è continuo e incessante, la loro politica è strettamente “no kill”. I volontari giorno dopo giorno percorrono le vie colpite dalla tragedia e portano in salvo gli animali. Galline, pappagalli, conigli sono tra gli animali che hanno trovato la salvezza.
L’area considerata a rischio di radiazioni a Fukushima, a breve sarà allargata da 20 a 30 km. Molte famiglie a breve lasceranno le loro abitazioni e molti animali potrebbero essere a rischio, a tal fine stanno organizzando un team preparato a gestire l’emergenza.
                            
Animal Refuge Kansai http://drupal.animalrefugekansai.org/?q=en/ sta ospitando nei suoi rifugi quanti più animali possibili. Al momento stanno cercando di allestirne uno nuovo per accogliere gli animali abbandonati nell’area di Fukushima. Gli altri rifugi da loro gestiti sono quasi al completo e nell’area di Fukushima si rileva un elevato numero di abbandoni, destinato a crescere con l’allargamento dell’area a rischio radiazioni.
Stanno cercando di salvare quanti più animali possibili, curarli e ricongiungerli con la famiglia oppure trovargli nuove case. Per gestire l’emergenza hanno inoltre allestito una clinica veterinaria nella prefettura di Miyagi.

Japan Cat Network, dedicato ai gatti, sta lavorando incessantemente al fine di portare in salvo i gatti vittime della tragedia: dall’evacuazione di rifugi a forniture di cibo, soccorso, adozioni, il loro lavoro è continuo. La devastazione davanti agli occhi dei volontari è tanta, giorno dopo giorno controllano nuove aree e cercano nuovi volontari per soccorrere gli animali.
Alle persone che non hanno voluto abbandonare i propri animali, forniscono cibo, sostegno e cure, se necessario trovano una famiglia affidataria temporanea in attesa che quella di origine possa sistemarsi definitivamente. http://japancatnet.com/blog/

Animal Friends Niigata http://www.afniigata.org è un piccolo ma molto attivo gruppo dedicato al soccorso degli animali abbandonati. Hanno allestito un centro di emergenza al fine di gestire la crisi.

Paola Ghidotti
OIPA International Campaigns Director

Altre letture consigliate

L’Australia vuole sterminare 2 milioni di gatti

Maria Paola Gianni

Pimpi, la cagnolina di Susanna Tamaro avvelenata da un boccone

Alessandro Macciò

Quando scappa la pipì: dove fare i bisognini?

Claudia Ferronato

Maxi Zoo: nuovo concorso “L’amore vale oro”

Claudia Ferronato

Il cane chiuso in auto sotto il sole? Ecco come si giustifica chi l’ha fatto…

Claudia Ferronato

Estate: le vacanze a regola di pet

Claudia Ferronato