fbpx
sabato, 23 Feb 2019
Quattro Zampe
Attualità

Lush lancia un premio annuale

Lush, il brand di cosmetici freschi e fatti a mano “cruelty free”, ha lanciato in questi giorni il suo primo premio dedicato alla ricerca nel campo dei test alternativi. Il premio è dedicato a persone e gruppi che lavorano nel campo della ricerca scientifica, nella promozione e nell’attività di lobby “cruelty free” ed è promosso insieme alla Ethical Consumer Research Association. Si tratta, ad oggi, del premio più importante nel settore dei test alternativi focalizzato, in particolare, nell’ambito dei test di tossicità sui prodotti di consumo.

COSMETICI SENZA ANIMALI
Mark Constantine, co-fondatore di Lush, ha commentato: “I nostri clienti vogliono cosmetici sicuri testati senza il coinvolgimento di animali. 21 anni fa ci siamo dotati di una policy con cui ci saremmo impegnati a non usare test sugli animali per i nostri prodotti e ingredienti. Abbiamo fatto di più, lavorando con i nostri fornitori per eliminare l’impiego di animali in qualunque dei loro test di sicurezza. In 21 anni molto è cambiato – ha continuato Mark Constantine – tuttavia larga parte dell’industria cosmetica non è ancora in grado di garantire cosmetici sicuri testati senza l’uso di animali. Con il lancio di un premio del valore annuale di 250mila sterline in Lush stiamo tentando un altro approccio, con la speranza di assistere al giorno in cui si realizzerà una svolta che ponga fine per sempre all’uso di test sugli animali nella cosmesi”.

LE CATEGORIE
Per il premio è previsto un fondo annuale di 250mila sterline (circa 300mila euro) che verrà suddiviso in premi da 50mila sterline l’uno per ciascuna delle cinque seguenti categorie:
Scienza (Science Prize): sviluppo di test alternativi a quelli sugli animali
Training (Training Prize): formazione di ricercatori su metodi di test che non coinvolgano animali
Lobby (Lobbyng Prize): politiche di intervento per promuovere l’uso di test alternativi
Comunicazione (Public Awareness Prize): iniziative volte all’aumento della conoscenza dei test alternativi
Giovani ricercatori (Young Researcher Awards): premio dedicato a cinque neolaureati specializzati nella ricerca sui test alternativi
Il primo Lush Prize Award avrà luogo a Londra a novembre di quest’anno. I vincitori saranno scelti da un panel di figure di alto profilo provenienti dal mondo animalista e dalla comunità scientifica. Le nomination saranno rese note nei giorni precedenti all’evento.
Per saperne di più e per iscriversi al Premio è on line il sito www.lushprize.org, dove è già possibile sottoporre la propria candidatura.

“LOTTA DURA AI TEST SUGLI ANIMALI”

Oltre al Premio, Lush è attualmente impegnata nella campagna “Lotta dura ai test sugli animali” – in inglese Fighting Animal Testing – che rappresenta, ad oggi, la più grande campagna internazionale contro i test sugli animali per i prodotti cosmetici. Ne sono coinvolte oltre 700 botteghe Lush in ben 48 Paesi. Obiettivo dell’iniziativa è fare pressione affinché l’Europa faccia entrare in vigore entro il 2013 il divieto alla commercializzazione di prodotti cosmetici testati su animali previsto dalla Cosmetics Directive, essendo il 2013 la data fissata per l’entrata in vigore definitiva di questa legge europea approvata nel 1993, che ora l’industria chiede di posporre ancora di dieci anni.

www.lush.it

Nella foto, Mark Constantine e Helen Ambrosen, cofondatori di Lush Cosmetics.

Altre letture consigliate

AIUTARE I RAGAZZI CON HANDICAP

IRAN: LOTTA AI CANI

Arrivano i Welcome Doggy Kit per EXPO 2015

Redazione Quattro Zampe