mercoledì, 29 Gen 2020
Quattro Zampe
Attualità

NO ALLA LEGGE AMMAZZA RANDAGI IN ROMANIA

Il 22 Novembre 2011, la legge ammazza-randagi, voluta dal Presidente Basescu e dal Ministro del Turismo Elena Udrea, è stata approvata con 168 voti, 11 contrari a 14 astenuti.
 Così ora, in Romania è legale uccidere i cani randagi e migliaia di loro moriranno.
Dopo la cattura, i cani aggressivi, pericolosi e/o malati verranno uccisi in tre giorni e gli altri dopo trenta giorni.
Questa abominevole decisione è dovuta a diversi interessi: i sindaci romeni ricevono continuamente lamentele dai loro cittadini perché non riescono a passeggiare nella città per via dei troppi cani randagi ed interessi economici dei gruppi che si occupano della cattura e dell’uccisione dei cani.
I sindaci decideranno il fato dei cani attraverso referendum locali, ma è davvero difficile che decidano e attuino la sterilizzazione e la successiva liberazione di questi cani, soluzione che permetterebbe il controllo della popolazione canina.
Vorremmo inoltre ricordare, che in Romania è illegale nutrire i cani randagi e che esistono sanzioni per chi lo fa.

Altre letture consigliate

Ponte Morandi: premiati gli angeli del soccorso

Simone Graziano

Basta caccia: 230 morti e 854 feriti

Maria Paola Gianni

Ingrid de Storie: la Madre Teresa degli animali

Redazione Quattro Zampe

Spagna: costringono due gattini a fumare e mettono il video sul web

Redazione Quattro Zampe

Investe di proposito il cane della vicina perché abbaia troppo

Redazione Quattro Zampe

Cane cosparso di acido muore agonizzante sotto gli occhi dei padroni disperati

Redazione Quattro Zampe