fbpx
lunedì, 19 Ago 2019
Quattro Zampe
Attualità

ZOOMARK INTERNATIONAL 2011

In questi tempi di diffusa difficoltà a livello economico mondiale, il settore dei prodotti e dei servizi destinati agli animali da compagnia è stato uno dei pochi in controtendenza e che registra costanti risultati positivi. Secondo i dati pubblicati nel Rapporto Assalco 2010, il mercato italiano degli alimenti e dei prodotti per la cura dei pet ha un valore di 1.490,5 milioni di euro, una performance che conferma la tendenza positiva degli ultimi anni, come dimostra la crescita annuale del segmento dominante degli alimenti cane e gatto, pari al + 5,9%.

Ecco perché, quando le previsioni Euromonitor International al 2014 relativamente al pet food pongono l’Italia tra i primi dieci mercati per dimensione, si fa sempre più alta l’aspettativa per l’edizione di Zoomark International 2011, in programma a BolognaFiere da giovedì 12 a domenica 15 maggio.

Il quattordicesimo appuntamento con il Salone internazionale dei prodotti e delle attrezzature per gli animali da compagnia si presenta con numeri da primato che prospettano un miglioramento degli ottimi risultati dell’edizione precedente: oltre 600 espositori e già un forte interesse attorno ai prodotti che saranno presentati nei quattro giorni della fiera.

Nuove idee dai mercati tradizionali ed emergenti
Zoomark International 2011 offre la cornice ideale per introdurre nuove idee. L’industria si attende un ulteriore sviluppo positivo del mercato internazionale degli alimenti e dei prodotti per il pet internazionale e in questa prospettiva cresce l’attesa per l’appuntamento italiano. Sullo sfondo si trova un settore interno che ben si colloca all’interno del difficile scenario economico italiano e un mercato internazionale che tiene nonostante la crisi globale. In prospettiva si evidenziano i promettenti Paesi delle aree emergenti, soprattutto Est Europa ed Estremo Oriente, i cui operatori vedono nel Salone un momento di grande importanza per imprimere un‟accelerata al proprio business.

Appuntamento d’eccellenza
La vocazione internazionale è un elemento che caratterizza da sempre Zoomark International, evento di primo piano nel calendario degli appuntamenti d’eccellenza dove i più importanti produttori espongono il meglio delle loro proposte.
L’imminente edizione conferma di avere tutti i numeri per ripetere e superare gli ottimi risultati della precedente. Nel 2009, Zoomark International diede il benvenuto a oltre 20 mila visitatori da 65 Paesi del mondo in rappresentanza di tutte le categorie della professione pet, con un incremento di quasi il 10% per i buyer internazionali che avevano sfiorato quota 4.800.
Zoomark International 2011 si presenta ancora più ricca di spunti, con tutti i nomi più rappresentativi del mercato mondiale del pet che hanno confermato la loro presenza, accanto a marchi nuovi e innovativi del panorama internazionale.
In vista della prossima edizione, l’impegnativa attività di promozione all’estero ha toccato tutti i cinque continenti, attraverso la partecipazione a fiere ed eventi internazionali e lo sviluppo di nuove collaborazioni con enti e associazioni estere, in modo da raggiungere anche mercati in forte espansione e dalle grandi potenzialità come quello dell’Est da cui cresce il numero di espositori, come conferma una delle novità della 14esima edizione, cioè la presenza del Padiglione della Malesia. E’ un dato di grande rilievo, che trova riscontro nella spiccata internazionalità sul versante degli espositori.

Oltre 600 espositori da tutto il mondo
Zoomark International 2011 offrirà così al pubblico specializzato una panoramica completa del mercato globale su una superficie espositiva completamente monoplanare di oltre 44 mila metri quadrati suddivisi in quattro padiglioni dotati di strutture moderne e funzionali e ampi parcheggi.
Per svolgere appieno il suo ruolo di vetrina internazionale a 360 gradi, il Salone è supportato anche dalla collaborazione di enti governativi e associazioni di categoria che assicurano la loro assistenza diretta e organizzano la partecipazione delle rappresentative estere di Stati Uniti, Gran Bretagna, Cina, Canada, Brasile e Malesia, che si aggiungono all’elevato numero di espositori individuali provenienti da tutto il mondo.

Oltre l’esposizione
In parallelo con la parte espositiva, si presenta di alto livello il programma di convegni e incontri, a partire dalla presentazione, nella giornata inaugurale, del Rapporto Assalco – Zoomark 2011, realizzato con Università di Parma-Adem Lab. Il documento, frutto della collaborazione con Assalco, l’Associazione Nazionale tra le Imprese per l’Alimentazione e la Cura degli Animali da Compagnia, aggiorna sull’andamento del settore del pet food e del pet care in Italia e offre gli strumenti per analizzare e interpretare i molteplici trend del mondo degli animali da compagnia e dei loro proprietari.

Sabato 14 e domenica 15 maggio, inoltre, si svolgerà il seminario scientifico dal titolo “Cosa c’è di nuovo in medicina felina nel 2011?” organizzato da Zoomark International e Scivac. A tenere i due giorni di approfondimento due relatori di fama internazionale altamente qualificati: Stefano Bo – responsabile scientifico dell’evento – è rappresentante italiano del Board Representative of ESFM (European Society of Feline Medicine) ed è professore a contratto in Clinica delle Malattie Infettive del gatto presso la Facoltà di Medicina Veterinaria di Torino; Danielle Gunn-Moore è Senior Lecturer in Medicina Felina e Direttore della Clinica Felina a Edimburgo. I temi trattati nel seminario saranno le malattie acute e croniche del tratto respiratorio, la diarrea nei gattini, le pancreatiti e le patologie intestinali

Altre letture consigliate

L’Australia vuole sterminare 2 milioni di gatti

Maria Paola Gianni

Pimpi, la cagnolina di Susanna Tamaro avvelenata da un boccone

Alessandro Macciò

Quando scappa la pipì: dove fare i bisognini?

Claudia Ferronato

Maxi Zoo: nuovo concorso “L’amore vale oro”

Claudia Ferronato

Il cane chiuso in auto sotto il sole? Ecco come si giustifica chi l’ha fatto…

Claudia Ferronato

Estate: le vacanze a regola di pet

Claudia Ferronato