fbpx
lunedì, 16 Set 2019
Quattro Zampe
Curiosità Primo Piano

Fido e l’estate: i consigli per affrontare al meglio una giornata in spiaggia con il cane

In passato abbiamo già parlato della buona convivenza tra cani e umani in città, ma ora che siamo in piena stagione di vacanze è bene dare dei consigli su come assicurare una bella estate sia per noi che per i nostri amici pelosi.

Il caldo estivo “peloso”

Ed è proprio dal pelo che vorrei iniziare: non fate il cosiddetto “taglio estivo”.

Il pelo del cane è sia una protezione contro i raggi solari, sia una regolazione della temperatura cutanea e non va, quindi, mai tagliato per l’estate, soprattutto se si porta il cane in spiaggia.

Ma, attenti, se il cane viene esposto per troppo tempo al sole (specialmente se il manto è scuro) si surriscalda con un estremo pericolo di insolazione. Ricordiamoci anche che i nostri amici non indossano le scarpe e, quindi, per loro le superfici esposte al sole (asfalto, sabbia ecc.) diventano insopportabilmente roventi. Il caldo estivo, anche se bello, può provocare estremi disagi ai cani che non possono sudare per regolare la loro temperatura corporea. Quindi, state attenti a fornire ai vostri amici sia acqua fresca in abbondanza che la possibilità di rifugiarsi all’ombra. A questo fine, consiglio sempre di abituare il cane sin da piccolo a entrare e riposare in un trasportino pieghevole o comunque, garantirgli un angolo d’ombra. Evitate la spiaggia nelle ore più calde della giornata, intorno a mezzogiorno. Assicuratevi che ci sia sempre accesso ad acqua fresca in abbondanza. Non dimenticate non solo di portare con voi i sacchettini per i bisogni, ma anche di usarli e buttarli nella spazzatura. Ricordatevi di consultare i siti dei comuni costieri che rilasciano appositi decreti e regolamenti per le visite balneari dei nostri quattro zampe.

I pericoli per il cane in spiaggia

A parte il caldo, ci sono alcuni pericoli da evitare in spiaggia. Assicuratevi che quest’ultima sia pulita. Nulla è peggiore di oggetti taglienti come vetri nascosti nella sabbia o nel bagnasciuga. State lontani dalle rocce che molto spesso sono piene di taglientissimi “denti di cane” (il nome non è scelto a caso!), qui Fido, tentando il ritorno a riva, può usare inavvertitamente questa “uscita pericolosa” procurandosi gravi danni alle zampe.

Occhio alla sabbia e all’acqua di mare

Anche la sabbia può essere pericolosa se avete uno di quei cani che tende a prendere in bocca tutto quello che trova. Consiglio sempre di abituare il cane sin da piccolo a comportarsi bene in spiaggia, senza mangiare alghe e sabbia e senza bere l’acqua di mare. Quest’ultima provoca sicuramente una bella diarrea e una forte disidratazione in pochissime ore dopo l’ingestione. Iniziate ad abituare il vostro cane ad andare in spiaggia sin da piccolo. Le regole di ubbidienza e pazienza che gli avete insegnato in città saranno molto utili anche qui!

Il cane in gommone

Il bello del gommone è senza dubbio la libertà di potere andare in varie calette non affollate. Per coloro che hanno questa possibilità, però, valgono naturalmente le stesse regole di cautela che in spiaggia. Acqua e ombra sono sempre necessarie.

Salvagente… o salvacane?

Anche se il vostro amico sa nuotare, è sempre una buona idea fargli indossare un bel salvagente per cani quando è sul gommone. Potrebbe cadere in acqua durante la navigazione e, comunque, è più facile tirarlo a bordo dopo il bagno.

Il gioco al mare

Che bello vedere un cane che gioca in acqua e in spiaggia! Per la vostra visita al mare portatevi sempre dei bei giochini da condividere con lui. I negozi per cani sono pieni di ogni svariata “diavoleria” galleggiante per il vostro amico. Ricordatevi che, proprio come i bambini, molti cani non conoscono le loro capacità e spesso vanno oltre. Concedetegli, quindi, ogni tanto una piccola tregua al gioco per riprendersi. I cani possono eccitarsi molto al mare (chi ha un Labrador lo sa!) e tendono a esagerare, entrando e uscendo per ore dal mare e bevendo mezzo Mediterraneo. Attenti, però, a dove e con chi giocate. Il gioco in presenza di altri cani può dare vita a delle liti preferibilmente da evitare, proprio come nei parchi in città. Giocate e divertitevi, coinvolgete tutti i membri della famiglia! Questo non solo è spassoso, ma ha anche l’effetto positivo di rinforzare ancora di più il rapporto tra cane e padrone. Se siete proprietari di più cani, allora state attenti a dividere equamente le vostre attenzioni per evitare rancori.

Il dopo spiaggia

I cani, proprio come noi, hanno bisogno di cura dopo la giornata in spiaggia.

Sciacquate, quindi, abbondantemente con acqua dolce i vostri amici, arrivando fino alla cute per levare non solo il sale, ma anche la sabbia. State attenti che il cane abbia tempo per asciugarsi bene e non rimanere umidiccio. Questo vale ancora di più se il quattro zampe è a pelo lungo! Dopo la giornata balneare Fido sarà sfinito, affamato e assetato, ma soprattutto felice! Sognerà sicuramente la vostra prossima avventura.

Approfondimenti:

Se vuoi scoprire altre curiosità sui comportamenti di Fido, leggi I cinque comportamenti più strani dei cani

Altre letture consigliate

Salute articolare per i nostri cani, i consigli

Redazione Quattro Zampe

Quando arriva un nuovo cucciolo in casa

Lucrezia Castello

Animalisti Italiani onlus lancia la campagna contro l’abbandono

Maria Paola Gianni

Alimentazione del cane e del gatto, la dieta perfetta è “ad hoc”

Redazione Quattro Zampe

Il lago di San Domenico, paradiso pet friendly

Daniele Infante

Arrivano i dog-tors: cani Golden Retriever volontari all’ospedale

Redazione Quattro Zampe