fbpx
martedì, 18 Giu 2019
Quattro Zampe
Curiosità

Freddie Mercury o Harry come il principe? Ecco i nomi di cani più popolari del 2018

Altro che Fido e Pluto, ci voglio nomi di cani più attuali! Dal cinema alla musica, dalla televisione ai videogiochi, gli spunti per dare un nome al proprio cane sono innumerevoli.

Ma quali sono stati i nomi di cani più gettonati nel 2018?

Il censimento onomastico negli Stati Uniti

La risposta arriva da Rover, un network di pet sitter statunitense che ha condotto una vera e propria analisi onomastica su un database che comprende oltre un milione di cani registrati. Si scopre così che i nomi di cani classici come Max, Charlie e Cooper (per i maschi) o Bella, Lucy e Luna (per le femmine) restano saldamente sul podio, ma anche che ci sono molte novità in forte ascesa.

Tra i nomi di cani compaiono cantanti e protagonisti di film

Ecco quindi aumentare a dismisura i cani che si chiamano Cardi B (+1250%) come la rapper newyorchese, Gambino (+190%) come il nome d’arte del rapper Donald McKinley Glover e Freddie Mercury (+67%) come il leader dei Queen, celebrato nel film campione d’incassi “Bohemian Rhapsody”. A proposito di cinema e serie tv, Drax (+97%) deve il suo successo al “Distruttore” de “Guardiani della galassia” e “Avengers: Infinity War”, così come Maeve e Dolores agli omonimi personaggi di “Westworld”.

Foto di Vasyl Leibiuk

Alcolici e reali inglesi

Non male Pennywise (+500%), anche se il clown di “It” non è esattamente una novità. Bene anche Whiskey, Brandy e Guinness, che tradiscono la propensione alcolica dei padroni. Un altro filone molto prolifico è quello della famiglia reale inglese, che nel 2018 è finita sotto i riflettori una volta di più per il grandioso matrimonio di Harry (+133%) e Meghan (+129%). Nel campo dei videogiochi invece vanno forte i protagonisti di “Fortnite” come Zoey, Raven e Trooper.

E il 2019? A giudicare dall’attesa per l’uscita nelle sale di “Avengers: Endgame”, sembra proprio che possa essere l’anno di Thanos. A meno che il nuovo nemico di cui si parla tra i fan non gli rubi la scena.

Approfondimenti:
Un consiglio di lettura per chi ama i cani e vuole conoscere meglio il funzionamento dell’appartato olfattivo del cane: Una questione di naso
Mantenere un cane comporta delle spese necessarie. Purtroppo chi si trova in difficoltà economica fa fatica a sostenerle. Cure veterinarie gratis se il padrone è indigente o adotta il pet

Altre letture consigliate

I cani non sono peluche. Come scegliere il proprio cane.

Roberto Marchesini

Un nastro giallo per segnalare i cani “do not disturb”

Alessandro Macciò

Cagnolini veri usati come premi tra i peluche

Alessandro Macciò

Aggressioni di cani all’uomo, 70 mila casi all’anno

Alessandro Macciò

Canile di Spoleto, sette cucce realizzate dai detenuti

Alessandro Macciò

Roma, sì ai cani nelle spiagge (e a una Spa tutta per loro)

Alessandro Macciò