fbpx
lunedì, 9 Dic 2019
Quattro Zampe
Curiosità Primo Piano

Il cane è maestro di vita

Per scoprire la relazione col cane è necessario sfuggire alcune tendenze molto pressanti nel nostro tempo e che, tuttavia, nascondono proprio le qualità migliori di questa alleanza millenaria.

Vivere col cane è stato qualcosa di più di una semplice simbiosi e, tanto meno, può essere ridotto a un mero sfruttamento zootecnico delle doti del lupo.

È stato l’evento che ha dato avvio a un processo di contaminazione etologica e che ha fatto di noi quello strano animale culturale che impara dalle altre specie.

Già Democrito sottolineava questa strana tendenza dell’essere umano ad andare a scuola dagli altri animali; come ad esempio l’arte di tessere appresa dai ragni, ma già nel mito dei due centauri, Epimeteo e Prometeo, si legge in filigrana che le virtù inventive e tecniche o prometeiche dell’essere umano attingono al catalogo delle soluzioni funzionali che Epimeteo ha donato alle altre specie. Aristotele rilevava che le idee non fossero in un mondo immaginario, ma risultassero nella concretezza dei viventi, che andavano conosciuti nella loro multiformità.

L’UOMO DEVE MOLTO AL CANE

Ma perché l’uomo è così imitativo nei confronti delle altre specie? La mia opinione è che molto lo dobbiamo al cane. Le occorrenze capaci di favorire l’ingresso del lupo nella comunità umana possono essere state tante – dalla sinantropia di alcuni lupi alla raccolta di cuccioli – ma di certo l’adozione vera e propria attraverso il maternaggio, ossia l’allattamento al seno, non può essere stata che opera della donna e legata alla motivazione epimeletica.

L’IMPORTANZA DEL LUPO

Una volta, però, che il lupo è entrato nel gruppo umano i nuovi cuccioli dell’uomo se lo ritrovano non più come animale estraneo o controparte (altro-da-me), ma come presenza affiliata e accreditata (altro-con-me). In altre parole, il lupo assume un ruolo sociale, diviene un “quasi conspecifico”, capace di svolgere il ruolo di base sicura e di modello, cosicché il cucciolo umano apprende stili comportamentali non-umani che diventano tradizione culturale all’interno della comunità umana.

Continua la lettura dell’articolo sulla rivista digitale, clicca il banner qui sotto.

Altre letture consigliate

Vacanze di Natale? L’hotel diventa Pet Friendly

Redazione Quattro Zampe

Viaggiare con il gatto l’ha salvato dalla depressione

Maria Paola Gianni

Natale bestiale: le idee regalo del cuore che aiutano gli animali

Edgar Meyer

A scuola di gatto per vivere in armonia con lui

Redazione Quattro Zampe

Lucca pet-friendly

Maria Paola Gianni

Il miracolo di Sophia, cane con il cancro

Raffaella Amadasi