fbpx
giovedì, 21 Mar 2019
Quattro Zampe
capire cane e gatto
Cani Gatti

Cane e gatto, differenze e similitudini

Non è detto che cani e gatti siano destinati a vivere in conflitto. In numerose situazioni i due animali convivono pacificamente, sebbene tale condizione comporti per entrambi un impegno non indifferente, equivalente all’apprendimento di una lingua straniera.

Alcuni comportamenti sono apparentemente uguali nelle due specie, tuttavia il significato può essere molto diverso, se non addirittura opposto. Le vere differenze tra Fido e Micio risiedono nella diversità delle loro intelligenze, che si esprimono in stili di vita molto differenti.

Differenze fisiche

CANE: è muscoloso. La forza, come la propensione alla collaborazione e alla socialità, derivano dalle necessità di adattamento alle strategie del gruppo a cui apparterrebbe in natura. Nella logica del branco, infatti, ogni esemplare ricopre un ruolo specifico. Da qui il desiderio di avere un compito anche all’interno della famiglia umana, comportamento erroneamente confuso con la fedeltà.

GATTO: è agile, slanciato, flessibile, ha un udito e un olfatto eccellenti, con cuscinetti plantari che lo rendono silenzioso e al contempo perfezionano il suo equilibrio. Lui lavora di precisone anziché di resistenza, e ha bisogno di questi strumenti per esplorare, come un acrobata curioso e sperimentatore. La fama di “traditore e opportunista” deriva dal fatto che di indole sia meno collaborativo del cane, niente di correlato all’amore per i padroni però.

Differenze caratteriali

CANE: la sua “intelligenza sociale” non gli consente di pensarsi da solo. Ha bisogno dell’uomo, lo cerca incessantemente finché non riesce a ottenere ciò che desidera.

GATTO: la dimensione affettiva che i piccoli felini creano e ricercano è ben nota agli estimatori, che abbandonando la visione antropomorfica del mondo, in base alla quale tutto è riconducibile a caratteristiche e qualità umane, ne riconoscono i grandi pregi.

Il gatto sfugge al controllo umano, è completamente autonomo (il che denota una grande intelligenza) e questo finisce con l’infastidire l’uomo.

Differenze nei gesti

Coda alzata

CANE: atteggiamento persuasivo

GATTO: denota apertura, un saluto pacifico

Mettersi su un fianco

CANE: segno di pacificazione

GATTO: è un avvertimento, non avvicinatevi!

Altre letture consigliate

La palazzina crolla, ma il cane eroe abbaia e salva tutti

Alessandro Macciò

Si erano smarriti: lupi cecoslovacchi uccisi a fucilate

Alessandro Macciò

Pedro, il cane abbandonato due volte e adottato dalla Croce Rossa

Alessandro Macciò