fbpx
lunedì, 27 Mag 2019
Quattro Zampe
Razze Canine

Barbone

Da sempre un’icona di classe e stile, il Barbone è uno dei cani da compagnia più diffusi al mondo. La versatilità è il suo punto forte: sofisticato con la sua curatissima chioma riccioluta, ma non ha paura di sporcarsi nei momenti di gioco e, anche se ricoperto di fango, la sua innata eleganza non si può celare. Le taglie disponibili sono quattro e i colori sei, a ognuno il suo.

La razza

La sua storia risale al Basso Medioevo, discende dal Barbet, cane d’acqua di origine francese, rustico e instancabile, che diede origine al Barbone. Oltre all’assonanza tra i nomi, questi cani hanno in comune svariate caratteristiche, come l’aspetto fisico, l’ineccepibile predisposizione al lavoro e alla collaborazione con l’uomo. Era un lavoratore instancabile, ottimo nel riporto e fedelissimo ai cacciatori. Nella seconda parte del XVII secolo il Barbone conquista i salotti e varca i cancelli dei palazzi dell’aristocrazia europea: divenendo l’aristocratico beniamino di personaggi abbienti, incuriosendo il sovrano francese Luigi XVI e facendo breccia nel cuore di Napoleone. Insomma, la sua allure raffinata e chic, contrapposta al grande coraggio e fedeltà, ha lasciato il segno in epoche diverse: infatti col passare dei secoli trovò spazio nella società come cane-soldato, intelligentissimo cane da circo, ma anche come icona dell’haute couture degli anni Sessanta.

Il carattere

Questo per dimostrare che il Barbone non è solo un giocattolo da guarnire e infiocchettare, sotto quel pelo riccioluto o cotonato c’è un cane vivace dalla grande energia positiva, dolce e sensibile, che vuole godersi la vita canina come tutti i simili. Sviluppa un rapporto profondo col padrone, ricco di gesti, sguardi che solo chi ha avuto il piacere di averlo come compagno di vita può capire. Si fida ciecamente del suo umano, ma con gli estranei è solitamente un po’ introverso. Apprezza la compagnia dei bambini, ma la sua sensibilità impone che questi siano molto delicati nell’approccio, lui si dimostrerà paziente e coinvolto nel gioco. È il cane ideale per gli appassionati di sport e attività cinofile, lavorare con lui è un’esperienza stimolante e con il giusto addestramento può diventare competitivo in diverse discipline come agility, disc dog, fly ball, obedience e, grazie all’innata eleganza, si dimostra un eccellente partner nella dog dance. Per renderlo felice basta una passeggiata in totale libertà in campagna e magari una nuotata, per ricordare i vecchi tempi.

Le caratteristiche fisiche

Un aspetto da tenere a mente prima di adottare un cucciolo è l’impegno che necessita il mantello: occorrono tre o quattro spazzolate a settimana per sciogliere i nodi e la tosatura del mantello una volta ogni due mesi. Ma la cosa positiva è che il Barbone perde pochissimo pelo, il mantello non muta stagionalmente come la maggior parte dei cani, dunque sarà la felicità dei maniaci della pulizia, inoltre fa parte del gruppo di razze ipoallergeniche. Ha un atteggiamento sempre positivo che è contagioso e mette di buon umore anche dopo una giornata grigia, inoltre ha un’intelligenza da primato che spesso vi lascerà a bocca aperta.

  • Testa: proporzionata e ben cesellata, esprime fierezza, lo stop è poco marcato
  • Orecchie: abbastanza lunghe, ricadono sulle guance
  • Tartufo: ben sviluppato, verticale se visto di profilo e il suo colore varia a seconda della tonalità del mantello, nero nei soggetti neri grigi e bianchi, marrone nei soggetti marroni, mentre per i soggetti albicocca e rosso fulvo può essere sia marrone che nero
  • Collo: proporzionato e leggermente arcuato dopo la nuca, senza giogaia
  • Occhi: neri o marrone scuro, leggermente obliqui e posti sullo stesso livello dello stop, esprimono intelligenza e vivacità
  • Coda: sottile e inserita al livello dei reni, quando il cane è in movimento è portata alta ma obliqua, mentre quando è a riposo è bassa
  • Linea superiore del tronco: armoniosa e solida, il garrese è abbastanza pronunciato, il rene è muscoloso e la groppa rotonda, garrese e groppa sono alla medesima altezza
  • Mantello: riccio o cordato, il primo è il più comune ed è di tessitura fine e lanosa, deve formare dei riccioli netti e definiti; il secondo è più raro ed è costituito da corde ben visibili che devono misurare almeno 20 cm
  • Zampe anteriori: dritte, parallele e ben muscolose
  • Zampe posteriori: muscolose, parallele e con angoli ben visibili  
  • Taglia: toy da 24 a 28 cm; nano da 28 a 35 cm; di media mole da 35 a 45 cm; di grande mole da 45 a 60 cm
  • Colore: nero, bianco, grigio, marrone, albicocca e rosso fulvo

Altre letture consigliate

Pastore Olandese (Dutch Shepherd)

Giada Rigolli

Akita

Sofia Golden

Dobermann

Sofia Golden

Pumi, il Pastore Ungherese

Maria Paola Gianni

Spitz Tedesco

Giada Rigolli

American Pitbull Terrier

Giada Rigolli