sabato, 17 Nov 2018
Quattro Zampe
Razze Canine

Cocker

Frizzante e spumeggiante il Cocker è un vero “peperino” che deve il suo successo alla taglia ridotta, al carattere forte e gioioso e a uno sguardo irresistibilmente dolce, incorniciato da due lunghe orecchie. Il suo stile è molto “british” e nutre parecchi estimatori.

Il carattere

La razza è stata selezionata per la caccia e ancora oggi conserva immutata la sua indole di gran lavoratore, con un olfatto sensibile e un buon istinto predatorio, nonostante oggi il suo impiego principale sia quello di cane da compagnia. E che compagnia! Un Cocker è brioso e incontenibile, intraprendente, furbo e molto intelligente. Anzi: pericolosamente intelligente. Il suo sguardo un po’ languido potrebbe trarre in inganno: in realtà è un abilissimo “manipolatore” e sa esattamente come ottenere ciò che vuole.

La sua sensibilità gli permette di conoscere ogni nostro punto debole e di far leva sui tasti sensibili per convincerci a fare ciò che lui desidera. Nonostante non ci siano praticamente controindicazioni alla razza, va tenuto presente che è un cane da lavoro e che quindi ha bisogno di movimento e di stimoli mentali. Se ha accettato di rinunciare alla caccia, non per questo deve essere relegato al divano: ci sono molte discipline sportive in cui è in grado di ben figurare e che possono aiutarlo a mantenersi in forma e a migliorare l’affiatamento con il padrone.

Ha uno spirito libero, un animo intraprendente e una grandissima considerazione di sé, guai quindi a mortificarlo, a non considerarlo un membro della famiglia a tutti gli effetti, a non tenerne in considerazione le esigenze. È un cane, ma non sa di esserlo. La sua sensibilità e intelligenza lo spingono a ritenersi un nostro pari, la sua curiosità e la sua intraprendenza lo portano oltre il suo “essere animale”. Con lui vanno mantenuti coerenza e fermezza, ma mai devono mancare amore e dolcezza; coccole e contatto fisico sono indispensabili per la buona salute mentale di un Cocker, esattamente tanto quanto l’esercizio fisico e una dieta bilanciata.

La razza

Il boom che si è verificato negli anni Settanta è stato un vero disastro, perché ha indebolito terribilmente la razza che aveva perso le sue caratteristiche distintive, a causa di una mancata selezione, a favore, invece, di una massiccia produzione di cuccioli. Il successo è sempre un’arma a doppio taglio e al Cocker è avvenuto quello che è accaduto alle altre razze che dall’oggi al domani si sono viste centuplicate le richieste di cuccioli. Oggi la razza ha recuperato la sua tipicità ed è tornata ad essere apprezzata per quello che è: un formidabile compagno per tutti i membri della famiglia, un cane allegro e brioso, dolce e sensibile, con un carattere forte e tanta determinazione, che più volte in passato gli son costati l’appellativo di testardo.

Secondo tanti, il nome Cocker deriva da “woodcock”, che in inglese significa beccaccia, nella cui caccia questo ausiliare è un vero specialista. Secondo altri, Cocker deriva dalla parola “cocking”, con la quale si indicava l’atto del cane di sorprendere la selvaggina. La sua grande abilità sta, infatti, nel reperire la selvaggina e seguirne la traccia, dando chiare indicazioni al conduttore di esser vicino alla preda, fino a metterla in volo e a eseguirne un perfetto riporto. A prescindere dalla sua estrazione “rurale” – grazie al pelo setoso, le orecchie lunghe, la taglia ridotta e l’aspetto armonico, unito a due occhioni dolci e un carattere tutto pepe – oggi il Cocker Inglese è un elegante e simpatico amico a quattro zampe.

Caratteristiche fisiche

  • Testa: testa ben cesellata e con cranio sviluppato, il muso è squadrato e lo stop ben marcato.
  • Linea superiore del tronco: solida, dritta e tendente a scendere dolcemente verso la coda.
  • Linea inferiore: petto sviluppato e sterno ben sceso, di giusta larghezza frontale; le costole sono cerchiate.
  • Collo: muscoloso, di lunghezza moderata e privo di giogaia.
  • Coda: attaccata poco più bassa della linea del dorso, portata allegra in movimento, ma tenuta sempre bassa. se accorciata, non deve essere mai troppo corta, né troppo lunga; se lasciata lunga, è leggermente curva e non deve superare il garretto.
  • Tartufo: è ampio e con ottime capacità olfattive.
  • Occhi: grandi e pieni, di colore marrone o marrone scuro, non sono mai chiari; nei soggetti di colore fegato, fegato roano, fegato bianco sono nocciola per una migliore armonizzazione con il mantello.
  • Orecchie: attaccate basse, di pelle fine, lunghe fino a raggiungere l’estremità del tartufo; coperte di frange di peli lunghi, lisci e setosi.
  • Zampe: quelle anteriori sono dotate di buona ossatura, sono dritte e sufficientemente corte; quelle posteriori sono ben arrotondate, muscolose e dotate di ossatura robusta. I piedi sono solidi, rotondi e dotati di cuscinetti plantari spessi.

Di Sofia Golden © foto Roberto Della Vite

Altre letture consigliate

Cocker Spaniel Inglese

Redazione Quattro Zampe

Pastore Belga Malinois

Redazione Quattro Zampe

Whippet

Redazione Quattro Zampe