fbpx
giovedì, 27 Giu 2019
Quattro Zampe
Razze Canine

Dobermann

I mitici cani di Magnum PI: eleganti, intelligenti, coraggiosi ed equilibrati. In una parola: Dobermann.

Singolare tanto nell’aspetto quanto nel carattere, il Dobermann per molti è un angelo custode che nel momento del bisogno si tramuta nel miglior difensore che si possa desiderare.

Perché si chiama “Dobermann”? Dal nome del suo storico “inventore”, Karl Friedrich Louis Dobermann che, essendo guardiano notturno ed esattore delle tasse, esecutore di sequestri giudiziari, ricercava un cane per la difesa personale.

Tra l’altro in Germania il Dobermann è l’unica razza canina ad aver mantenuto il nome del suo primo inventore-allevatore che lo selezionò tra il 1850 e il 1870 come cane da difesa personale.

Inizialmente furono le caratteristiche attitudinali a essere ricercate e a dettare la selezione: quindi ubbidienza, fedeltà, potenza, reattività, coraggio e tempra. Poi man mano si giunse anche a una certa omogeneità morfologica, finché nel 1898 fu riconosciuto ufficialmente come razza.

Il Dobermann fu subito apprezzato per le sue doti fisiche e psichiche, tanto che venne immediatamente arruolato nei servizi d’ordine e impiegato con diverse mansioni anche nell’esercito (dove servì i tedeschi nella Prima guerra mondiale e gli americani nella Seconda).

La popolarità della razza crebbe esponenzialmente e dalla Germania presto si diffuse in tutta Europa per giungere – col primo conflitto mondiale, appunto – in America e da lì nel resto del mondo.

A fare del Dobermann un cane tanto apprezzato ancora oggi in tutto il mondo non è solo il suo proverbiale coraggio e la sua spiccata intelligenza, ma anche la sensibilità, la dolcezza e la grande eleganza che questa razza possiede.

Il Dobermann possiede una spiccata intelligenza e un coraggio proverbiale.

Il portamento del cane Dobermann è fiero e il suo atteggiamento sempre vigile, attento e curioso, mai timido o pauroso e tantomeno nervoso.

Gli aspetti morfologici che subito balzano agli occhi del cane Dobermann sono il pelo lucido e la struttura raccolta ed “essenziale”, ma dalle linee estremamente sobrie ed eleganti, grazie al lungo collo arcuato e alla testa finemente cesellata. Armonico nella struttura ed equilibrato nel carattere.

La legislazione nazionale, giustamente, vieta il taglio di orecchie e coda. L’aspetto del cane è così un po’ cambiato, ma è solo questione di farci l’abitudine: il Dobermann resta sempre quel magnifico cane, esempio di fedeltà, eleganza e fierezza.

Il carattere indubbiamente forte vuole un padrone di polso, ma ciò non toglie che in famiglia sia molto affettuoso e che sappia instaurare un rapporto bellissimo coi bambini verso i quali mostra pazienza e premure.

Con il cane Dobermann ci vuole qualcuno di polso, ha un carattere forte.

Cerca molto il contatto umano e ha bisogno di un rapporto stretto col suo “branco” che saprà difendere e amare incondizionatamente.

È un cane che ha bisogno di attenzioni, non tanto sotto forma di cure, perché è molto solido e robusto quanto elegante e raffinato, ma di tempo da dedicargli.

Non è adatto a essere relegato fuori dalle mura domestiche, e pur di stare accanto al padrone saprà adattarsi alla vita in appartamento, a patto di poter fare almeno una lunga passeggiata o una bella corsa al giorno.

Il suo fisico non tradisce: è un cane agile e sportivo, dinamico e intraprendente.

Ama molto imparare e ubbidire, sia che questo gli sia proposto sotto forma di gioco, sia di lavoro vero e proprio. Assegnargli, quindi, dei compiti e dargli delle regole da rispettare e dei comandi cui ubbidire è il regalo più grande che gli si possa fare. L’addestramento deve venire sempre dopo una corretta educazione e socializzazione, per cui è bene portare il cucciolo in mezzo alla gente e insegnargli subito a comportarsi bene e a relazionarsi con gli altri, siano essi persone o animali.

Ma quale cane “pazzo”! Vista l’originalità del carattere e le sue particolari attitudini, sul Dobermann sono nate dicerie infondate, come la presunta “pazzia” dovuta al restringimento della scatola cranica, cosa peraltro scientificamente infondata e falsa.

A dispetto delle false leggende sulla sua presunta “pazzia”, il Dobermann è un cane pacifico, socievole ed equilibrato, per nulla litigioso o aggressivo e, se correttamente allevato e ben educato, sarà un compagno impareggiabile per tutta la famiglia.

Cani Soldato

I Dobermann sono stati cani soldato e hanno combattuto nelle due guerre mondiali, coadiuvando l’esercito tedesco nella Prima guerra mondiale e quello americano nella Seconda. Sei Dobermann dell’esercito americano, tra i quali Andy, Otto e Rex, sono diventati leggendari per aver eluso le astuzie giapponesi nei combattimenti in mezzo alla giungla.

Atletico e sportivo. Il Dobermann è un cane molto atletico e sportivo, se vive in appartamento deve poter fare molte passeggiate ed essere portato in luoghi aperti dove consentirgli di correre.

Un po’ di storia sul cane Dobermann

Tra i tanti lavori svolti da Karl Friedrich Louis Dobermann, fondatore della razza, vi era quello di esattore delle tasse, gestore di un macello e accalappia cani legalmente autorizzato. Probabilmente, il lavoro gli procurava inimicizie! Inoltre, talvolta, trasportava cospicue somme di denaro e rischiava di rimanere vittima di malviventi. Così si impegnò a creare un cane di carattere, forte e capace di difenderlo all’occorrenza. Quali cani abbia utilizzato per creare la razza non si sa, poiché non ha lasciato alcuno scritto.

Venuto a mancare F. L. Dobermann, altri continuarono la sua opera portando il vecchio Dobermann (compatto, di taglia media, con la testa corta e grossa) al soggetto moderno oggi conosciuto (più alto, slanciato, robusto, dalla testa allungata, uno dei cani più belli ed eleganti in assoluto).

Riconosciuta nel 1898, si può dire che la razza Dobermann si sia formata definitivamente nel 1910.

Da allora, il Dobermann ha conquistato rapidamente la Germania, poi l’Europa e, successivamente, in occasione della Prima guerra mondiale, anche gli Usa (l’esercito americano conobbe il Dobermann a proprie spese, tant’è che lo utilizzò, poi, nel Secondo conflitto mondiale).

In famiglia è adorabile coi bambini. Il Dobermann ha un carattere forte, per cui necessita di un proprietario di polso, ma ciò non toglie che in famiglia sia molto affettuoso e che sappia instaurare un rapporto bellissimo con i bambini verso i quali mostra pazienza e premure.

La scheda del Dobermann

Razza: Dobermann
Origine: Germania
Impiego: Cane da compagnia, utilità e difesa
Classificazione FCI: gruppo 2 cani di tipo Pinscher e Schnauzer, Molossoidi e cani da montagna e Bovari Svizzeri
Taglia: per i maschi da 68 a 72 cm, per le femmine da 63 a 68 cm
Peso: per i maschi tra 40 e 45 kg, per le femmine tra 32 e 35 kg

Furono le caratteristiche attitudinali a essere ricercate e a dettare la selezione del cane Dobermann: quindi ubbidienza, fedeltà, potenza, reattività, coraggio e tempra.

  • Testa: finemente cesellata, con i profili della testa (cranio e canna nasale) paralleli
  • Tartufo: ben sviluppato e con grandi narici di colore nero o più chiaro (nei soggetti di colore marrone)
  • Occhi: di media grandezza e di forma ovale; il colore è scuro (anche più chiaro nei soggetti marroni)
  • Orecchie: attaccate alte, di media grandezza e col bordo anteriore bene aderente alla guancia
  • Collo: di buona lunghezza, asciutto, muscoloso e leggermente curvo. Denota un portamento fiero e distinto
  • Coda: attaccata alta, lasciata integra.
  • Mantello: il pelo è corto, fitto, liscio, aderente al corpo. I colori sono: nero o marrone, entrambi con focature color rosso-ruggine, ben delimitate e localizzate nel muso, nelle guance, nelle sopracciglia, nella gola, nel petto, nelle zampe e nei piedi.

Carattere del Dobermann

Il Dobermann è un cane fedele, coraggioso, vigile e dai nervi saldi; è un cane fra i più dolci e sensibili di tutti, in particolare con il padrone e i suoi familiari, mentre è più riservato verso gli estranei, ma mai aggressivo senza motivo. È facilmente addestrabile grazie, in particolare, alle eccellenti doti di olfatto, di predisposizione per il lavoro e di duttilità.

Cure del Dobermann

Considerata la costituzione, il Dobermann ha bisogno di un nutrimento ricco ed equilibrato, che gli consenta una crescita corretta. Soffre il freddo e, in particolare, l’umidità. Inoltre, necessita della compagnia umana (adora il riferimento umano e, quindi, dovrebbe vivere a stretto contatto con lui).

Aspetto generale

Il Dobermann è un cane di taglia media, muscoloso e di costruzione forte; la sua conformazione scheletrica è racchiusa in un quadrato. Si distingue per l’eleganza delle sue linee, per il portamento nobile e fiero e per l’espressione determinata. Gli aspetti morfologici che subito balzano agli occhi sono il pelo lucido e la struttura raccolta ed “essenziale”, ma dalle linee estremamente sobrie ed eleganti, grazie al lungo collo arcuato e alla testa finemente cesellata. La legislazione nazionale, attualmente, ne vieta il taglio di orecchie e coda.

Approfondimenti:

Vuoi saperne di più su altre tipologie di cani? Visita la nostra sezione Razze Canine

Altre letture consigliate

Border Collie

Sofia Golden

Pastore Olandese (Dutch Shepherd)

Giada Rigolli

Akita

Sofia Golden

Pumi, il Pastore Ungherese

Maria Paola Gianni

Spitz Tedesco

Giada Rigolli

American Pitbull Terrier

Giada Rigolli