fbpx
martedì, 23 Lug 2019
Quattro Zampe
Razze Canine

Pastore Tedesco

Il Pastore Tedesco è un cane maestoso, statuario, temerario, ma anche dolce, paziente e giocherellone. Soprattutto intelligente. Il suo aspetto rustico ed essenziale, unito alla sua grande versatilità, fanno pensare che il Pastore Tedesco esista da sempre, invece risale alla fine del XIX secolo.

A deciderne i tratti del Pastore Tedesco è un Capitano di Cavalleria. Max Emil Friederich von Stephanitz, che chiaramente voleva una perfetta macchina da lavoro.

Oggi le esigenze sono cambiate e il Pastore Tedesco ha saputo interpretarle al meglio, tant’è che è sempre la razza più popolare al mondo. La sua grande diffusione, e i numeri impressionanti che ciò comporta, hanno creato tantissima competizione, a livello globale. Ci sono appassionati disposti veramente a tutto per avere un ottimo esemplare, e questo, purtroppo, rischia di trasformare la dedizione alla razza in un grande business, perché quando c’è richiesta si crea un mercato.

Il Pastore Tedesco addolcito nel carattere e nell’espressione, smorzati i toni neri del suo mantello, resta sempre un cane che incute un certo timore, anche solo reverenziale.

Nonostante un’eleganza scevra di fronzoli è, infatti, un cane statuario, che ruba lo sguardo: il portamento fiero, il fisico atletico e l’occhio vigile non lo lasciano passare inosservato. Nato per la pastorizia, da sempre gli fu affidata con successo una moltitudine di compiti; impiegato dai corpi speciali dell’Arma, dalle Forze dell’Ordine, dalla Protezione Civile, svolge con dedizione compiti di assistenza sociale, sa essere un meraviglioso compagno nello sport e un atleta imbattibile in tante discipline.

Le mille sfumature del carattere del Pastore Tedesco gli permettono, però, sempre di essere anche un semplice compagno di vita, seppur mai banale.

I grandi numeri con cui è allevato e la straordinaria ricchezza genetica della razza, offrono una grande variabilità., al cui interno è davvero possibile trovare il Pastore Tedesco per ciascuno; dal fanatico dell’addestramento, all’istruttore della Polizia, fino al privato senza ambizioni: esiste un Pastore Tedesco ideale per ognuno di loro.

Con i bambini il Pastore Tedesco sfodera una pazienza proverbiale, sa essere un buon compagno di giochi e una balia fidata; ma preferisce decisamente interfacciarsi con un adulto.

La sua presenza dà sicurezza, infatti, è un guardiano eccezionale della proprietà e delle persone; è vigile e reattivo, coraggioso e fedele. Dalla sua ha anche una fama che lo precede, tant’è che la sua presenza è un forte deterrente contro i malintenzionati. Come tutti i cani da utilità, anche il Pastore Tedesco vive meglio se ha uno scopo, se gli viene affidato un compito, ma non è detto che questo debba obbligatoriamente essere una missione eroica. Potrebbe benissimo essere la guardia della casa, la custodia del suo “gregge umano” e offrire compagnia a ogni membro della famiglia.

Il Pastore Tedesco naturalmente ha delle necessità, psichiche e fisiche, che vanno osservate affinché il suo grande equilibrio non venga mai meno.

Fare esercizio fisico ed essere coinvolto nelle attività della famiglia, sentire amore attorno a sé e ricevere le giuste attenzioni.Nonostante sia molto legato alla persona, non è un cane invadente, non ha bisogno di eccessivo contatto fisico, il suo collegamento è più “intimo” e discreto, e si basa sulla sintonia.

Ha una buona dose di indipendenza e ciò che lo caratterizza maggiormente è proprio la capacità decisionale.

il Pastore Tedesco è sempre stato abituato a doversela cavare da solo nelle varie mansioni a lui affidate. A partire dalla pastorizia, per finire con la guida dei non vedenti, ha sempre avuto compiti che richiedono una certa intraprendenza.

Per instaurare una buona relazione col Pastore Tedesco, presupposto delle migliori amicizie, cercare subito di interpretare le sue esigenze e di essere chiari e coerenti nelle richieste.

Educarlo fermamente fin da piccolo, in modo che abbia una base solida su cui crescere, e dei limiti ben precisi da rispettare, dei riferimenti gerarchici costanti, poi dargli fiducia, non tradirà mai il suo riferimento umano.

Scheda del Pastore Tedesco:

  • Razza: Pastore Tedesco
  • Origine: Germania
  • Impiego: cane da pastore, da utilità e da servizio polivalente
  • Taglia: 60 – 65 cm per il maschio, 55 – 60 cm per la femmina
  • Peso: all’incirca 30 – 40 kg il maschio e 22 – 32 kg la femmina
  • Testa: nell’insieme, è asciutta e moderatamente ampia, il muso è lungo (pari alla lunghezza del cranio), lo stop è poco marcato, la canna nasale è dritta,
  • Tartufo: è grande e di colore nero.
  • Occhi: sono di media grandezza, a forma di mandorla, di colore più scuro possibile; devono esprimere vivacità, sicurezza e intelligenza.
  • Collo: è forte e senza giogaia.
  • Orecchie: sono di media grandezza, attaccate alte, larghe alla base e terminano a punta; sono portate dritte e con i padiglioni in avanti.
  • Linea superiore del tronco: presenta un garrese sviluppato, lungo e alto; il dorso è leggermente inclinato
  • Zampe: sono dritte, in appiombo e parallele tra loro, ben muscolose.
  • Coda: è abbastanza lunga, in posizione normale è un po’ piegata ad arco, quando il cane è eccitato la coda è portata sollevata.
  • Aspetto generale: il Pastore Tedesco è un cane di taglia media, leggermente allungato, equilibrato e proporzionato in ogni sua parte corporea; è un cane forte e muscoloso, di ossatura asciutta e struttura solida.
  • Carattere: il Pastore Tedesco deve essere un cane equilibrato, sicuro di sé, fiero, coraggioso e con i nervi saldi; cane di temperamento esuberante. È fedele, obbediente, capace di adattarsi facilmente a ogni situazione ed è un ottimo guardiano. Cane paziente con i bambini e con gli altri animali; se non provocato deve essere di indole assolutamente buona. Cane vigile, docile, coraggioso e combattivo.
  • Mantello: il pelo del Pastore Tedesco deve essere molto fitto, dritto, duro, aderente al corpo e con la presenza del sottopelo; nella testa e nella parte anteriore degli arti il pelo è un po’ più corto, nel collo, invece, più lungo e folto. I colori: nero con focature brune, rosso-brune, gialle e grigio-chiare, nero e grigio unicolore con sfumature grigie più scure, sella e maschera nere. Ammesse, ma non desiderabili, le macchie bianche sul petto.
  • Cure: è un cane molto forte e resistente, non necessita di particolari cure; non è un cane solitario, quindi il Pastore Tedesco ama la presenza del suo padrone. È un cane attivo, da lavoro, pertanto gli dovranno essere dedicate ore giornaliere per l’esercizio fisico. Considerata la conformazione del suo pelo, che lo rende sempre ordinato, sarà sufficiente una spazzolata durante la settimana e qualcuna in più nel periodo della muta.

Salute del Pastore Tedesco.

Il tallone di Achille del Pastore Tedesco sono le anche: la sua costruzione rettangolare (quindi con tronco più lungo rispetto all’altezza), le sue angolazioni e l’inclinazione della groppa –caratteristiche che lo rendono un infaticabile trottatore- se esasperate o non proporzionalmente sviluppate, portano l’allontanamento della testa del femore dall’acetabolo.

Questa patologia è legata a più fattori.

Tra cui vi è anche una percentuale di ereditarietà. È buona norma far controllare il proprio cane intorno all’anno di età e soprattutto prima della riproduzione. Ogni allevatore dovrà fornire gli esami dei genitori a chiunque sia interessato a un cucciolo. Oltre alla displasia dell’anca, il Pastore Tedesco può essere soggetto a quella del gomito, per cui è buona norma un controllo radiologico anche agli arti anteriori.

Altre letture consigliate

Alano

Sofia Golden

Border Collie

Sofia Golden

Pastore Olandese (Dutch Shepherd)

Giada Rigolli

Akita

Sofia Golden

Dobermann

Sofia Golden

Pumi, il Pastore Ungherese

Maria Paola Gianni