fbpx
giovedì, 17 Gen 2019
Quattro Zampe
Razze Canine

Weimaraner

Il Weimaraner è bellissimo, ha il manto grigio cangiante, gli occhi chiari ed espressivi, da ambra chiaro ad ambra scuro, e il portamento nobile.

La scheda del Weimaraner

Razza: Weimaraner
Origine: Germania
Impiego: Cane da caccia polivalente
Taglia: maschi da 59 a 70 cm (ideale 62/67 cm), femmine da 57 a 65 cm (ideale 59/63 cm)
Peso: il maschio pesa da 30 a 40 kg, la femmina da 25 a 35 kg
Aspetto generale: il Weimaraner è un cane da caccia polivalente, di taglia medio-grande, leggermente più alto che lungo; rispecchia morfologicamente la tipologia del cane da caccia: asciutto, forte, ma non pesante, con muscolatura potente e dalle forme armoniose

  • Testa: lunga (con muso poco più lungo del cranio), più larga nel maschio che nella femmina (ma in entrambi i casi vi è sempre proporzione tra la lunghezza e la larghezza) e asciutta; lo stop è lieve, il muso rettilineo
  • Orecchie: pendenti, larghe alla radice, moderatamente lunghe (arrivano fino all’angolo della bocca), attaccate alte, con la punta arrotondata, leggermente girate in avanti
  • Tartufo: prominente rispetto alla mandibola, largo, di colore carnicino scuro e tendente al grigio nella parte superiore
  • Occhi: rotondi, talvolta un filo a mandorla, denotano un’espressione intelligente; di colore ambra con tonalità dal chiaro allo scuro, blu cielo nei cuccioli
  • Collo: muscoloso, rotondeggiante, di media lunghezza, leggermente arcuato nella parte superiore, privo di giogaia e con la pelle aderente; mobile e portato fieramente
  • Linea superiore del tronco: il garrese è ben definito; il dorso è potente, muscoloso, un po’ lungo, dritto, senza cedimenti. La groppa è leggermente inclinata.
  • Linea inferiore del tronco: il torace è disceso quasi fino al gomito, è potente, profondo, non “a botte” e le costole sono lunghe; il ventre è leggermente retratto.
  • Zampe: sia le anteriori sia le posteriori sono alte, non troppo grosse, nevrili e dritte; gli arti anteriori sono paralleli tra loro, quelli posteriori lunghi, bene angolati, muscolosi e paralleli. I piedi sono raccolti, potenti, privi di speroni, solidi, dita arcuate, le unghie sono di colore grigio (sia chiaro che scuro).
  • Coda: attaccata bassa, robusta, è tagliata diversamente nel Weimaraner a pelo lungo rispetto a quello a pelo corto e a pelo duro; la coda è tenuta bassa quando il cane è a riposo, orizzontale o leggermente alta durante il lavoro.

CARATTERE
Il Weimaraner è un cane vivace, attivo nel lavoro, obbediente, docile, equilibrato e affettuoso; per questi motivi è un cane facilmente addestrabile. Non è mai aggressivo verso l’uomo: ha rapporti eccellenti con i bambini e molto buoni con gli altri cani. È tenace, versatile e appassionato nella caccia.

CURE
Il Weimraner è un cane di per sé sano e resistente alle malattie; visto il suo carattere docile e sottomesso, nonostante la sua mole, è calmo e discreto, quindi può vivere benissimo in appartamento, purché gli siano garantite passeggiate lunghe e regolari. Il periodo della crescita è sempre molto delicato dal punto di vista articolare, quindi, l’alimentazione dovrà essere specifica ed equilibrata. Attenzione agli eccessi di peso e ai giochi scatenati dei cuccioli. Sconsigliati anche i giochi e le corse sulle superfici estremamente lisce, come marmo e parquet, in cui il cane non riesce a camminare correttamente e rischia di compromettere le anche e i gomiti.
Il Weimaraner a pelo corto non necessita di alcuna toelettatura, salvo qualche spazzolata occasionale, in particolare, durante la muta del pelo. Qualche toelettatura in più sarà necessaria, invece, nella varietà a pelo duro e, in particolare, in quella a pelo lungo. Le orecchie necessitano di pulizia periodica.

SALUTE
Il Weimaraner è un cane sano e resistente. Il suo punto debole è la pelle. È soggetto a eczemi e a piodermiti interdigitali, meglio controllargli periodicamente le zampe e le orecchie. Per evitare il rischio di torsione dello stomaco, tipico delle razze simili per taglia e morfologia, è meglio suddividere la razione di cibo quotidiana in due somministrazioni ed evitare di far fare al cane moto intenso subito dopo i pasti.

Razze affini

Il Weimaraner è un Bracco e quindi il suo aspetto è comune alle altre razze della stessa famiglia. È simile al Bracco Tedesco, col quale condivide le origini teutoniche, oltre al fisico asciutto e slanciato, ma dal quale differisce per il profilo della testa e il colore del mantello. È affine al Bracco Ungherese, nonostante questo sia di taglia inferiore. E ha una vaga similitudine anche con il Bracco Francese e il Pointer, dal quale, però, differisce fortemente per la testa, che nel Pointer ha un profilo convergente. Tutte queste razze hanno in comune la caccia quale vocazione innata e un grande attaccamento all’uomo. Con le prime due, inoltre, il Weimaraner condivide una singolare attitudine alla guardia.

Il Weimaraner a pelo lungo ha una buona affinità con il Langhaar, tanto che si sostiene che le due razze siano lontanamente imparentate.

Storia della razza

Sull’origine del Bracco di Weimar non vi sono tante certezze, ma non è un caso visto che le tracce della sua origine pare siano state cancellate volutamente per preservare al massimo la razza.

Il nome Weimaraner lo si deve ai granduchi di Sassonia-Weimar che lo allevarono intorno al XVIII secolo, quando vennero introdotte nella caccia le armi da fuoco e cominciò la selezione dell’ausiliare. Gli inglesi selezionarono razze specializzate, come i cani da ferma e i cani da riporto, mentre nell’Europa continentale la selezione propose un cane versatile, che fosse capace di inseguire, cercare ed indicare la posizione dei vari tipi di preda, e di effettuare il riporto. È proprio in questo momento della storia che il Granduca Carl August, appassionato di cani e di caccia, seleziona il Weimaraner utilizzando vecchie linee pure francesi del Cane Grigio di Saint -Louis e, seguendo la tendenza dell’epoca che voleva un cane versatile, li incrocia con cani dallo spiccato interesse per la selvaggina.

Tre varietà di mantello

Il Weimaraner può essere a pelo: corto, lungo e duro. La prima è la più diffusa e presenta un pelo corto e fitto; la seconda presenta un pelo lungo e serico, liscio od ondulato, in genere più lungo sul petto, con frange abbondanti sulla coda, mentre un pelo più corto sulla testa. La terza varietà è quella meno diffusa e presenta un pelo duro, compatto, di media lunghezza, fitto e con abbondante sottopelo.

Il colore può essere grigio argento, topo o capriolo e loro diverse tonalità; normalmente, la testa e le orecchie sono un po’ più chiare, più raramente lungo il dorso il colore è più scuro. Piccole macchie bianche sono ammesse solo sul petto e sulle dita. Eventuali macchie giallo-rosso ben definite sono considerate un difetto seppur ammesse; invece, il colore marrone è un grave difetto.

Approfondimenti:
Leggi tutte le curiosità sul Weimaraner: Weimaraner, il fantasma grigio

 

Altre letture consigliate

Dogue de Bordeaux

Redazione Quattro Zampe

Pumi

Redazione Quattro Zampe

San Bernardo

Redazione Quattro Zampe