fbpx
venerdì, 24 Mag 2019
Quattro Zampe
Prevenire la paura dei fuochi artificiali
Salute e benessere

Prevenire la paura dei fuochi d’artificio

Le festività tanto attese, Natale e Capodanno, oltre a riunire le famiglie con il gradito scambio di regali, portano, quali attrazioni, gli spettacoli pirotecnici ovvero i tanto amati fuochi d’artificio. Purtroppo, come molti di noi sanno, troppo spesso i nostri cani e gatti non sembrano gradire questo tipo di esibizioni, anzi ne sono terrorizzati, perché la loro percezione è molto più sviluppata e sensibile rispetto a quella umana soprattutto a livello uditivo. Essendo cresciuta la sensibilità verso questo tipo di paura, negli ultimi anni sono stati testati e messi in commercio prodotti non invasivi, privi di controindicazioni e anallergici.

Feromoni appaganti

In particolare, in Inghilterra è stato creato appositamente per la paura dei fuochi d’artificio da parte dei cani l’ormai conosciuto Adaptil, a base del Dap (Dog – Appeasing Pheromone ovvero Feromone Appagante del Cane). Questo prodotto nasce dalla ricerca veterinaria e riproduce tutte le proprietà dei naturali feromoni appaganti materni. Nel tempo i suoi effetti benefici sono stati estesi a curare in modo naturale tanti altri leggeri disturbi comportamentali. Personalmente, consiglio la sua applicazione almeno quindici giorni prima delle giornate di particolare interesse pirotecnico.

Fiori di Bach

Per i casi più problematici, può essere necessario utilizzare anche altri prodotti naturali, quali i Fiori di Bach, in particolare il Rescue Remedy, una vera e propria miscela adatta al pronto intervento su attacchi di panico, shock e traumi, da somministrare sia a cani che a gatti. Ovviamente, questi sono solo aiuti che devono essere accompagnati dal nostro corretto comportamento.

Mai consolarli

Perciò, se abbiamo cani o gatti che soffrono per la paura dei fuochi d’artificio ricordiamoci di non agitarci, di non gridare, né tantomeno dobbiamo prendere in braccio i nostri pet: infatti, consolarli significherebbe dire “hai ragione ad avere paura perché ho paura anche io!”. Forniamo loro un luogo sicuro e ovattato dai rumori dove potersi rifugiare e sentirsi meno a disagio. Trascorso quel momento, se la loro agitazione è diminuita, proviamo ad avvicinarli cercando di ristabilire la situazione, ma mai forzandoli.

Comportamento corretto

  • Dobbiamo essere indifferenti, tranquilli e rilassati, ovvero imporci la calma.
  • Rimaniamo vicino al nostro amico a quattro zampe in modo discreto.
  • Mai lasciare i cani al guinzaglio perché rischiano di strozzarsi, soprattutto se tentano la fuga.
  • Non lasciamoli da soli in giardino, ma attrezziamo un ambiente sicuro con finestre e porte chiuse finché non sarà tutto tranquillo.

di Costanza De Palma
foto di Shutterstock

Altre letture consigliate

Cani e parassiti, la primavera è la stagione della prevenzione

Redazione Quattro Zampe

Il menu dei pet? Con la nutrigenomica è più naturale

L’ABC del rinforzo positivo

Dr. Dog - Vieri C. Timosci

Ecco il gioco su misura per tuffarsi in acqua con il cane

Victoria Stilwell, un seminario per migliorare il rapporto con i cani

Redazione Quattro Zampe

Il cane tecnologico

Roberto Marchesini