fbpx
sabato, 23 Feb 2019
Quattro Zampe
Cani Salute e benessere

Capodanno senza paura per gli amici a 4 zampe

Adaptil e DogBuddy firmano una nuova partnership e presentano un  Vademecum elaborato con i Medici Veterinari Esperti in Comportamento di S.I.S.C.A. per supportare i cani nel periodo di Capodanno e dei relativi “botti”.

Durante il periodo natalizio i sitter di DogBuddy riceveranno in dotazione diffusori per l’ambiente Adaptil per assicurare, oltre al massimo delle cure da parte dei i sitter esperti, anche il supporto di benessere naturale offerto dai feromoni di Adaptil, particolarmente utili in situazioni di rumori forti come il Capodanno.

Sondaggio botti di Capodanno e cani

Per l’occasione, i due brand hanno svolto un sondaggio sul tema di botti e hanno promosso la realizzazione di un Vademecum, elaborato in collaborazione con i Medici Veterinari Esperti in Comportamento di S.I.S.C.A. (Società Italiana Scienze del Comportamento Animale), per aiutare tutti i proprietari di cani ad affrontare al meglio la notte di Capodanno. Il sondaggio online organizzato da Adaptil e DogBuddy presso le rispettive community è nato per scoprire quanto soffrono i cani per i rumori dei fuochi d’artificio e come vivono questi momenti anche i loro proprietari. Il sondaggio si è svolto dal 7 al 15 novembre 2017 e hanno partecipato 1.592 persone. Ne è emerso che:

  • il 62% dei cani ha paura;
  • il 31% ha in passato reagito molto male ai botti;
  • il 57% si nasconde,
  • il 39% si avvicina al padrone per cercare contatto e conforto;
  • il 31% si muove in modo agitato per casa;
  • il 12% cerca di scappare (12%);
  • il 4% non controlla più l’istinto di urinare.

“Le nostre community sono composte da persone attente e informate in merito al benessere del proprio quattro-zampe e che desiderano aiutarlo: il 44% ha rinunciato ad attività sociali o speciali per stare vicino al proprio cane e supportarlo durante il Capodanno”

osserva Rossella Fasoli, responsabile marketing di DogBuddy.
La maggior parte dei proprietari che ha partecipato al sondaggio è consapevole che i cani hanno un udito di quattro volte superiore al nostro (82%) e cerca di aiutare il proprio amico peloso accarezzandolo per rassicurarlo (67%) e/o lo porta in un ambiente il più possibile silenzioso (48%), ma tanti aspettano semplicemente che i botti finiscano (18%).

Vademecum contro i botti di Capodanno

  • Non lasciare il cane sul terrazzo, sul balcone o da solo in giardino: l’animale in preda al panico potrebbe farsi male nel tentativo di scappare o vagare per ore.
  • Porta il cane a fare una lunga passeggiata nel pomeriggio, prima che inizino i botti.
  • Allestisci la stanza rifugio: scegli il locale dove il rumore dei botti si percepisce con minore intensità, abbassa le tapparelle o chiudi le imposte.
  • Rimani accanto al tuo cane durante le deflagrazioni e rassicurarlo con una carezza.
  • Se il nostro cane ha un amico che non ha paura, potresti fargli trascorrere assieme il Capodanno così che gli animali più tranquilli possano supportarlo.
  • Quando è possibile, distrai l’animale coinvolgendolo in attività di gioco
  • Attendi che il cane si sia tranquillizzato prima di portarlo in passeggiata, eventualmente aspetta il mattino dopo
  • Dai da mangiare al tuo cane al rientro dalla passeggiata.

Altre letture consigliate

I cuccioli apprendono dagli adulti e anche dall’uomo.

Claudia Ferronato

Cani e malavita: quando il bastardo è l’uomo

Redazione Quattro Zampe

Pancreatite acuta, una malattia davvero odiosa

Redazione Quattro Zampe