fbpx
giovedì, 21 Mar 2019
Quattro Zampe
Portare i nostri amici a quattro zampe in un centro benessere
Salute e benessere

Spa per animali: benessere e non solo

Ci sono momenti in cui è particolarmente indicato portare il nostro cane o il nostro gatto in un centro benessere specializzato. Non si tratta solo di un vezzo: in alcuni casi questo tipo di cure specifiche possono risultare particolarmente utili alla salute psico-fisica del nostro quattro zampe. Vediamo allora quali sono i momenti più indicati per portare il nostro pet in un centro benessere.

Se la relazione tra noi e il pet è “incrinata”

Ultimamente abbiamo dedicato sempre meno tempo al nostro amico peloso? Troppi cambiamenti inaspettati hanno sconvolto la nostra vita? La relazione è un po’ più fredda? Non dobbiamo farcene una colpa, non servirebbe a niente. Cerchiamo invece di reagire in modo attivo e di ritrovare l’energia da quell’esperienza negativa che ci ha segnato.

Se il nostro cane è depresso

Frequentare sempre gli stessi posti non è stato così proficuo né per noi né per lui? Ecco una buona occasione per dipingere la giornata di un colore diverso: portare il vostro cane in un centro benessere. Qui non solo potrà godere dei numerosi benefici come dell’idromassaggio o dei massaggi shiatsu, ma potrà anche socializzare con altri cani.

Se il nostro cane è ansioso

Se il nostro cane ultimamente ha cominciato a manifestare evidenti segni di ansia, sarà opportuno fissare subito un appuntamento con il veterinario comportamentalista. Alcuni disturbi ossessivo-compulsivi (in sigla detti Ocd), come il tail chasing (inseguire la coda) o il fly biking (acchiappare mosche inesistenti) oppure il leccarsi ripetutamente una zampa, evidenziano il malessere psico-fisico che sta vivendo l’animale. Sarà il medico a capire l’eziologia e a prescrivere la terapia giusta. Di certo, però, qualche seduta in un centro benessere a ricevere massaggi e a nuotare in una vasca idromassaggio lo faranno stare meglio.

Se il nostro cane è in sovrappeso

Godersi un po’ di tapis roulant e qualche nuotata in una vasca gli sarà utile, ma dovrà seguire anche un’attenta dieta che sarà il medico a consigliare.

Se il nostro pet deve fare un bagno medicato

La shampoo-terapia deve essere svolta da personale specializzato ed è indispensabile per determinate malattie dermatologiche. In caso di dermatite atopica, per esempio, la terapia topica ha duplice funzione: ridurre il prurito e rimuovere gli allergeni depositati sulla pelle. In commercio esistono svariati prodotti. Sarà il medico a consigliarci lo shampoo o le lozioni più indicate per il tipo di lesione. Questi prodotti devono essere usati in base all’estensione dell’irritazione del derma e alla presenza di seborrea. La frequenza dei trattamenti è variabile e sarà il veterinario, tramite la visita clinica, a decidere.

Se ha subìto un intervento chirurgico o in caso di patologie neurologiche e muscolo-scheletriche del cane

La fisioterapia riabilitativa svolge un ruolo saliente perché abbrevia i tempi di recupero, contenendo i danni conseguenti ad una prolungata immobilizzazione. È utile per migliorare la funzionalità articolare in caso di artrosi e svolge un’azione antiflogistica, facendo diminuire il dolore. Le tecniche utilizzate sono le stesse della medicina umana: massaggi, termoterapia, mobilizzazione passiva, stretching, ginnastica attiva, magnetoterapia, elettrostimolazione, ultrasuonoterapia, chinebalneoterapia, idroterapia, agopuntura, shiatsu, ozonoterapia.

di Irene Cassi
Foto di Shutterstock

Altre letture consigliate

I bisogni fondamentali del cane

Angelo Vaira

Così si soddisfa il palato dei cani sensibili

Redazione Quattro Zampe

Le regole per educare un cane

Ludovica Pierantoni