fbpx
martedì, 15 Ott 2019
Quattro Zampe
Attualità Primo Piano Storie di cani

Cane cosparso di acido muore agonizzante sotto gli occhi dei padroni disperati

Maltrattamenti come se piovesse. Qualcuno sta forse cercando di vincere il premio del peggior modo per ammazzare un animale?

Dopo il coniglio Roger lapidato a Lacco Armeno, il gattino lapidato a Volla, il cane legato all’auto e trascinato a Barletta, arriva a Mondragone (vicino a Caserta) il cucciolo ucciso con l’acido.

Il cane era uscito di casa per un giretto e vi è tornato dopo qualche ora ma agonizzante. Il suo corpo era stato cosparso di acido, completamente bruciato, con piaghe profonde: un miracolo che riuscisse ancora a camminare.

E infatti, il cane si è spento dopo qualche giorno davanti agli occhi dei suoi padroni, ucciso dall’acido.

Di fronte all’ennesimo episodio di crudeltà e assassinio di animale è intervenuto anche il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli:

Restiamo profondamente amareggiati.. nonostante l’intervento di un veterinario non c’è stato nulla da fare. Purtroppo ancora una volta abbiamo a che fare con atti disumani e intollerabili. Quanto accaduto è sintomatico di una deriva di inciviltà e violenza nei confronti degli animali.

Francesco Emilio Borrelli

Cosa fare per contrastare la deriva?

Le autorità si sono messe a caccia dei responsabili. L’obiettivo è quello di dissuadere l’imbécillità umana. Ce la faranno? Speriamo di si.

Altre letture consigliate

Orecchie e coda: è reato tagliarle!

Studio Legale Zambonin

Vivere in condominio con un cane

Claudia Taccani

Aiuto, il mio gatto ha il linfoma

Alessandro Arrighi

Pastore Bergamasco

Sofia Golden

Ma ce l’hai con me? Quando il gatto è aggressivo

Ewa Princi

Animali con noi al lavoro

Claudia Taccani