fbpx
lunedì, 24 Feb 2020
Quattro Zampe
Primo Piano Storie di cani

Ritratti “da cani” per il calendario solidale che aiuta i pelosi in attesa di adozione

Ho sempre fotografato Chané, la mia “bimba” di due anni. Ha una pazienza e una intelligenza che mi aiutano molto, in fase di shooting. Una volta l’ho fotografata nelle sembianze di Frida Kahlo e la foto è particolarmente riuscita. Da lì l’idea di fare una galleria di ritratti di personaggi famosi come Michael Jackson, Amy Whinehouse o Maria Teresa di Calcutta che si prestava benissimo a un calendario.

Ma doveva essere qualcosa di speciale, non di mero guadagno.

Il calendario l’ho fatto per beneficenza e per un motivo ben preciso: aiutare i cani in attesa di adozione.

Chané è il mio primo cane. Ho avuto sempre e solo gatti in famiglia. Un giorno ascoltai sul balcone la mia dirimpettaia, che aveva Chané, lamentarsi perché non poteva più tenerla. Mi offrii di farle da stallo e di aiutarla a farla adottare. Ma sono bastati tre giorni con Chané per innamorarmene e decidere di tenerla io. Mi è entrata dal balcone.

Fino ad allora, non avrei mai preso in considerazione di adottare un cane. Mi ha fatto scoprire un mondo bellissimo, quello dei cani, quello dei cuori grandi e sinceri. Di questa scoperta devo ringraziare l’associazione “Gli invisibili di mamma Anna” di Baronissi (Sa), che aveva Chané in cura dalla nascita e che mi ha aiutato nel passaggio di proprietà. La presidente Anna Maria Monetta fa tantissimo per i cani randagi, con enormi sacrifici. Ho pensato che il calendario fosse un modo per aiutarla e ringraziarla.

Ritratti “da cani” per aiutare i pelosi in attesa di adozione

Michael Jackson, Amy Winehouse, Madre Teresa di Calcutta, ogni mese un personaggio famoso… “da cani”. La modella è sempre lei, Chané, in stallo presso l’associazione onlus “Gli invisibili di mamma Anna” finché la meticcetta ha fatto breccia nel cuore della fotografa Morena Fortino, fino ad allora solo “gattara”, che ha valorizzato l’immagine della sua “bimba” per realizzare un calendario i cui proventi andranno interamente alla benefica associazione.

L’associazione onlus “Gli Invisibili di Mamma Anna”

L’associazione onlus “Gli Invisibili di Mamma Anna” di Baronissi (SA) nasce con il preciso intento di proteggere e difendere i cani dalle ingerenze esterne, affermare e tutelare i loro diritti contro ogni forma di sfruttamento e violenza, e promuovere una corretta convivenza tra l’uomo e i cani. Vive solo di aiuti privati, ogni contributo sarà una boccata di ossigeno per gli amatissimi pelosi sempre in cerca di adozioni del cuore.

La “Ragazza” col turbante

Altre letture consigliate

Cani e gatti, il segreto per un sonno da “pasha”

Redazione Quattro Zampe

Quattrozampeinfiera – Si ricomincia da Roma

Redazione Quattro Zampe

Wildlife Photographer of the Year: natura selvaggia a Forte Bard

Maria Paola Gianni

Il sesto senso dei cani

Dr. Dog - Vieri C. Timosci

Green Hill: non fu furto

Studio Legale Zambonin

Festa del Gatto, ecco sua maestà

Valentina Maggio