fbpx
lunedì, 27 Mag 2019
Quattro Zampe
Comportamento

CHE POSSO FARE??? CUCCIOLA PIT-BULL LE PRENDE DA METICCIO. SI VENDICHERA’?

Buongiorno,
sono Dorella, il 16 ottobre hanno regalato a mio marito una cucciola di Pit-bull di un mese, senza che io sapessi nulla l’ha portata a casa e l’abbiamo chiamata Desy, il problema che io ho già un cane, un meticcio di 4 anni di nome Break, appena l’ha vista ha iniziato a sbavare e stare alla lontana, tutti i giorni si punzecchiano, lei lo so che e cucciola e vuole giocare, ma lui le mostra sempre i denti senza però morderla, alcune volte forse l’unica cosa positiva e che dormono vicini vicini…
Poi se lei vuole giocare e le si avvicina, niente da fare, ormai sono quasi 4 mesi che sono insieme ma le cose non sono cambiate x niente, so anche che ci vorrà del tempo…ma quanto??? La mia paura e che quando Desy sarà grande si vendicherà e lo morderà, visto la razza…sarei anche intenzionata a dare via Break, ma tutti mi dicono di no, e che Desy non le farà niente.

Ringrazio in anticipo

Dorella Bianco

Cara Dorella,
ti suggerisco di stare tranquilla, per gestire in modo più sereno la situazione. Di sicuro Desy è stata presa prima del tempo, perché è sconsigliato adottare cuccioli più giovani di sessanta giorni: la sua invadenza può essere spiegata dal fatto che non ha il controllo di sé. Per questo motivo, ti allego il mio articolo sugli autocontrolli (www.enpa.it, rubrica "Il Comportamentalista"), da cui potrai prendere spunto su come educare la tua cucciola. Inoltre, ti consiglio vivamente di acquistare, presso una farmacia veterinaria, il DAP collier per entrambi. Questo prodotto, a base di feromoni, aiuterà i tuoi due cani a socializzare con tranquillità. Infine, ti suggerisco di non pensare di dare in adozione Break: non dimenticare che ha passato con te quattro anni della sua vita, Desy solo qualche mese. Se vedi che la situazione diventa insostenibile, è
preferibile che tu dia in adozione la cucciola che ha, sicuramente, maggiori possibilità di inserimento presso un’altra famiglia. Per qualsiasi ulteriore consiglio, sono a tua disposizione anche telefonicamente.

A presto

Il vostro cane morde ed è perennemente irrequieto?
Insegniamo l’inibizione del morso e degli autocontrolli.

Quando il nostro amico a quattrozampe inizia ad avere atteggiamenti un po’ troppo energici, dobbiamo spiegargli come comportarsi in "società". Il modo corretto è quello di seguire i naturali insegnamenti materni. Infatti, solo riproducendo l’insegnamento materno otterremo la correzione del comportamento esuberante del cucciolo. Quindi, quando il cucciolo si
innervosisce, ovvero quando la sua attività diventa disordinata e senza finalità, bisogna tenerlo fermo, ottenere uno o due secondi di calma e poi lasciarlo andare. Sul piano pratico c’è, però, una doppia difficoltà: la prima è riuscire a distinguere il momento preciso in cui il cucciolo entra in eccitazione; la seconda è che non bisogna innervosirsi con il piccolo,
perché questa interruzione del gioco deve essere fatta con calma e senza rimproveri. E’ preferibile intervenire in silenzio e senza guardare il cucciolo. Mentre se i cuccioli giocano in modo rissoso, è probabile che possono farsi male tra loro con i loro dentini aguzzi e strillare. Se questi gridi aumentano d’intensità la madre interviene per separare i due litiganti
e spesso interrompe il gioco al fine di far imparare velocemente ad autocontrollarsi. Perciò, quando voi giocate con i vostri cuccioli e i mordicchiamenti fanno male, dovete dire "ahi" e se l’attività non verrà moderata, interrompete il gioco. Ma è possibile anche insegnarlo invertendo i ruoli dando un pizzicotto sul labbro del piccolo (l’equivalente del morso
tra i fratellini), facendolo gridare e lasciarlo immediatamente dopo. Tutto ciò per imparare che il grido ha un significato di protezione e diventa un segnale d’arresto. Ma è importante anche che il cucciolo impari a fermarsi e
ad osservare un periodo di riposo tra due attività ed il miglior modo per realizzare questo è il "riporto dell’oggetto". Questo esercizio contiene una precisa sequenza comportamentale costituita da tre fasi "ricerca – riporto-
cessione". Molto spesso, però, il cucciolo tende a non voler lasciare l’oggetto e bisogna riuscire a farglielo fare spontaneamente, disinteressandosi del cane in modo da far calare l’eccitazione. Quindi, è importante per ottenere
ciò, rimanere in silenzio e solo quando l’oggetto verrà lasciato, si riprenderà il gioco.

Altre letture consigliate

Come far guarire il tuo cane da ansie e paure

Gioco, palestra di vita per gli animali domestici

Valentina Maggio

In vacanza con il cane: i consigli per evitare i disagi

Claudia Ferronato

Cucciola adottata ha paura di tutto

Claudia Ferronato

Cane socievole diventa aggressivo: perchè?

Claudia Ferronato

Gatta anziana fa pipì fuori dalla lettiera

Redazione Quattro Zampe