venerdì, 19 Ott 2018
Quattro Zampe
Veterinaria

Allergie alimentari ed epilessia

Salve dottoressa,
vorrei chiedere due cose.

1. Abbiamo scoperto da poco più di due mesi che il nostro meticcio di 3 anni ha un allergia alimentare. Abbiamo provato Forza 10, Royal Canin e Vet Line Formula Salute e non riesco a capire quale vada bene perchè ha dei giorni quando sta bene e altri quando si gratta.
In questi giorni però mi è sorto un dubbio: può essere allergico al Cardotek (a tutti gli aromi che ha dentro per rendere il prodotto gustoso)? Dall’altro ieri quando ha mangiato la tavoletta mi sembra che ha iniziato a grattarsi di più. Il mese scorso ho rinunciato alle crochette della Royal Canin (che mangiava volentieri) nel periodo in cui ha preso il Cardotek perchè aveva iniziato a grattarsi. Adesso mangia Vet Line (mescolate con riso e patè perchè non le ama molto) e stessa storia.

2. Poi purtoppo ha anche un altro problema forse dovuto anche questo all’allergia. Ha già fatto due crisi forti di epilessia. La prima mentre eravamo in viaggio e l’abbiamo associata alle pillole per il mal di macchina. Ho sentito che ci sono dei prodotti naturali che riducono questo disturbo e non hanno effetti collaterali (tipo biscottini allo zenzero e gocce di fiori di Bach). Lei mi può consigliare qualcosa?

La ringrazio molto per l’attenzione

Alina

 

Carissima Alina,

le allergie alimentari diversamente dalle intolleranze riconoscono un meccanismo patogenetico che coinvolge necessariamente il sistema immunitario. Qual è la causa? Non è ancora chiaro. Alla base c’è una ipersensibilità individuale verso alcuni componenti alimentari come proteine, lipoproteine, polipeptidi e glicoproteine.

Il frumento, i prodotti lattiero-caseari e la carne di manzo possono facilmente scatenare allergie alimentari. Si manifestano in maniera più o meno grave. In genere il soggetto presenta un forte prurito in aree ben circoscritte del corpo, specialmente muso, orecchie, ascelle e zampe. Occorre ricorrere ad una dieta privativa per almeno 6 settimane. In commercio esistono numerosi mangimi studiati per soggetti allergici. Scegli un cibo e non mescolarci niente e non dare snack fuori pasto. Cerca di essere rigorosa e non cercare di assecondare troppo il tuo pet. Ricordati di dargli due pasti e di lasciargli la ciotola del cibo solo per 20 minuti. Vedrai che i suoi momentanei capricci si limiteranno, se assumi un atteggiamento corretto. Il cibo è una risorsa a cui non deve avere sempre accesso.

L’epillessia idiopatica o primaria si manifesta in genere tra il primo ed il terzo anno di età. Esistono delle razze come labrador retriever, golden retriever e bovaro del bernese in cui c’è una maggiore predisposizione genetica. Tuttavia può manifestarsi in qualsiasi soggetto, anche meticcio. Le crisi sono per lo più generalizzate e di tipo tonico-clonico. In genere con perdita di coscienza. Talora però si manifesta con crisi parziali. Quando un cane presenta convulsioni occorre sempre avere una descrizione dettagliata e precisa dell’episodio epilettico prima di procedere con gli esami. Per l’epilessia occorre che tu segua la terapia che il tuo medico di fiducia ti ha prescritto. Lo scopo della terapia è di tenere sotto controllo la malattia, riducendone la frequenza delle crisi. Ricordati di non sospenderla mai.

Cari saluti

Irene Cassi

Altre letture consigliate

Cane con prurito insistente

Redazione QZlife

Il calore nei cani: cosa vuol dire se ritarda?

Redazione QZlife

AIUTO

Leave a Comment

* Inviando il commento, dichiari di aver preso visione della nostra informativa sulla privacy