fbpx
lunedì, 24 Feb 2020
Quattro Zampe
Veterinaria

PROSTATA: CONSIGLIO OMEOPATICO

Gentile Dottore, ho un meticcio di taglia media di due anni di nome Sam. Durante una visita di controllo il veterinario ha riscontrato che aveva la prostata ingrossata, (premetto che non aveva e non ha sintomi di alcun tipo che possano far pensare ad un problema alla prostata) e gli ha prescritto per un mese delle compresse di Finastid. Alla successiva visita di controllo, la prostata si era lievemente ridotta. Secondo il veterinario questo "ingrossamento" è causato, sicuramente, da un problema "ambientale" (troppe cagnoline!!!!!) e mi ha proposto la castrazione. Mi chiedevo se esiste un rimedio omeopatico che possa aiutare Sam, permettendogli così di evitare un intervento chirurgico.

Grazie Franca e Sam ( Franca Sannino)

Gentile Signora Franca, La ringrazio per la domanda. Entro fine 2009 pubblicherò un lavoro in proposito.
Il mio parere è che castrare un cane maschio adulto sia non solo lesivo della sua integrità anatomo-funzionale, ma anche della sua personalità. La mia esperienza professionale mi conferma che poi il cane caratterialmente cambia : " non è più quello di prima " mi sono sentito dire molte volte dai suoi proprietari.
I testicoli non servono soltanto a produrre spermatozoi, ma anche ormoni e sono una componente fondamentale della sua unicità. Nel suo caso, poi, viene proposta una mutilazione per la presenza di "troppe cagnoline": non sarebbe meno problematico allora comprare un cane di peluche o tappezzare la casa con poster molto espressivi ?
Noi gli dobbiamo non solo affetto e mantenimento, ma anche rispetto che si deve ad una vita. Altrimenti mi devo domandare qual è la reale motivazione della sua adozione.
Sotto il profilo sanitario mi sembra un non senso questa proposta, una leggera ipertrofia prostatica oltre una certa età è fisiologica e soprattutto nel caso suo è asintomatica!
Dobbiamo sempre fare un parallelo con la medicina Umana:
quanti soggetti " castrati" conosce oltre i 45 anni ?
Le comunico in anteprima una statistica: nel mio Ambulatorio attualmente ci sono in cura 33 cani maschi castrati e 11 che non lo sono stati per ipertrofia prostatica. Nella stragrande maggioranza dei casi in quelli castrati non ci sono state variazioni di sintomatologia mentre quelli curati con l’Omeopatia non castrati stanno benissimo.

Se il problema sono lo stimolo legato alle " cagnoline " le consiglio :
Staphysagria 200 CH : 3 granuli da somministrarsi contemporaneamente quando si renda necessario
.

Auguri di cuore a Tutti

Altre letture consigliate

Alitosi: sai cos’è la parodontopatia?

Claudia Ferronato

Cucciola adottata ha paura di tutto

Claudia Ferronato

Intervento alla mammella nel cane, con o senza sterilizzazione?

Redazione Quattro Zampe

Il mio cane vomita: che cosa posso fare?

Redazione Quattro Zampe

Cisti prostatica nel cane: come intervenire?

Redazione Quattro Zampe

Incontinenza nel cane: consigli omeopatici

Redazione Quattro Zampe