fbpx
sabato, 17 Ago 2019
Quattro Zampe
Balinese
Curiosità Gatti

Balinese e Javanese: irresistibili orientali

Il Balinese e il Javanese sono entrambi gatti vivaci e molto comunicativi, curiosi e intelligenti, sensibili, che detestano la solitudine e stanno bene con persone da cui possono ricevere molte coccole e attenzioni.

Amano moltissimo ‘dialogare’ con le persone: ascoltano con grande attenzione e rispondono ‘a tono’.

Hanno grandi energie da sfogare e sono in grado di apprendere attraverso la semplice osservazione, perciò necessitano di stimoli fisici e mentali.

Balinese aggraziato come una ballerina

BalineseIl Balinese è stato ‘battezzato’ così per la sua grazia particolare e per le sue movenze flessuose, che ricordano le danzatrici indonesiane. Affascinante e ancora piuttosto raro in Italia, non è altro che un Siamese a pelo semilungo, selezionato in America dopo la fine della Seconda guerra mondiale (dagli accoppiamenti tra Siamesi era sempre nato anche qualche cucciolo a pelo semilungo, che veniva considerato semplice gatto da compagnia).

Del Siamese ha la stessa linea sinuosa, la struttura fisica atletica e muscolosa, un raffinato mantello sfumato in chiaroscuro, il profilo aristocratico, lo stesso portamento regale, gli stessi occhi di un intenso colore azzurro-blu, profondo e luminoso.

Molto simile è anche il temperamento sensibile ed estroverso del piccolo felino, sempre in cerca di attenzione e tenerezza.

Creatura complessa e, proprio per questo, particolarmente interessante, il Balinese è un animale da compagnia davvero straordinario, che però non sopporta la solitudine.

Amorevole, attivo, socievole e curioso, ha sempre bisogno di attenzione e tenerezza.

Si esprime molto anche con la voce, pur essendo meno loquace e insistente del ‘cugino’ a pelo corto (solo se si sente solo o trascurato miagola forte e con grande insistenza).

Vivace e giocherellone, si lancia spesso in giochi sfrenati con acrobazie che hanno dell’impossibile.

Il Javanese con bellissimi occhi a mandorle

balinese3Nonostante il nome, anche il Javanese non è originario di Java. Nel corso dei programmi di selezione che hanno portato alla nascita del Balinese, alcuni allevatori americani hanno ottenuto un Orientale a pelo semilungo, al quale è stato dato questo nome.

Il suo colore e la sua morfologia di base sono gli stessi del gatto Orientale, da cui si differenzia solo per il mantello medio lungo, setoso e aderente al corpo, che lo fa apparire meno longilineo e più corposo, e per la coda che ha l’aspetto di una lunghissima piuma.

Snello e aggraziato, agile ed elegante, ha una corporatura allungata, l’ossatura leggera, la testa cuneiforme con naso diritto, gli occhi a mandorla, le orecchie larghe e aperte con punte arrotondate.

Il Javanese è a sua volta un gatto attivo e intelligente, vivace e imprevedibile. Poco socievole con i suoi simili e piuttosto riservato nei confronti degli estranei, è invece capace di dare e pretendere affetto in modo possessivo, soprattutto dalla persona alla quale si lega in modo particolare all’interno della famiglia, dimostrandosi estremamente dolce e affettuoso.

Si esprime con un miagolio melodioso, orientaleggiante, e vocalizzando suoni particolari.

Vivi con un Balinese o un Javanese?

Ha arricchito la tua vita? Raccontaci la tua esperienza, facci sapere cosa ne pensi con un commento, oppure parlacene sulla nostra pagina di Facebook.

 

 

A cura di Giulia Settimo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altre letture consigliate

L’Australia vuole sterminare 2 milioni di gatti

Maria Paola Gianni

Juno nuova star del web, ecco i gatti campioni di click

Redazione Quattro Zampe

Le colonie feline romane: i gatti randagi sono cittadini di Roma

Stefania Piazzo

Aiuto, si trasloca! Tutti i consigli per affrontare un trasloco con il gatto

Ewa Princi

Gatto lanciato dal quarto piano per un raptus di rabbia

Redazione Quattro Zampe

Il gatto volpe che vien da lontano

Redazione Quattro Zampe