fbpx
sabato, 23 Mar 2019
Quattro Zampe
Curiosità

American Curl: identikit di un coccolone

Adorabile American Curl, un gatto splendido dal portamento fiero, che ama il contatto ed essere accarezzato. Conosciamolo meglio…

  • razza: American Curl
  • Origine: California, 1983
  • Ascendenza: gattina
  • randagia
  • taglia: media
  • Ibridazioni: nessuna
  • Temperamento: aperto e dolce, vivace e attivo anche in età avanzata

1Testa: a cuneo, di medie dimensioni, leggermente più lunga che larga; il mento è forte, in linea con naso e labbro superiore, il naso diritto, il collo elegante

Orecchie: erette, piazzate a mezza distanza fra la sommità e i lati della testa, moderatamente grandi, larghe alla base ed aperte, curvate all’indietro in un arco regolare con punte arrotondate e flessibili

Occhi: moderatamente grandi, a forma di noce, ovali sopra e rotondi sotto, leggermente in obliquo tra la base dell’orecchio e la punta del naso, di colore brillante

Corpo: di media grandezza, ben proporzionato ed elastico, snello piuttosto che massiccio, moderatamente muscoloso e tonico

Mantello: corto, morbido, setoso, aderente al corpo, elastico (‘resilient’) senza essere denso o voluminoso nei soggetti shorthair; semilungo, fine, setoso, aderente al corpo e con poco sottopelo nei longhair

Colori: tutti

Zampe: di media lunghezza in proporzione al corpo, ben dritte, di ossatura media, con piedi arrotondati

Coda: flessibile, larga alla base, affusolata, fine, setosa, aderente al corpo

 

Impegno

Soffre la solitudine, ha bisogno di presenza, affetto e attenzioni.

CURE MEDICHE

Le orecchie richiedono maggiori attenzioni rispetto ad altre razze e almeno una volta al mese vanno pulite con molta delicatezza, usando una garzina imbevuta con prodotti specifici o semplicemente con acqua tiepida, facendo attenzione a non irritare la cartilagine del padiglione, molto sottile e delicata.

SOCIALITÀ

Molto socievole e affettuoso, legatissimo a tutti i membri della famiglia, ama anche la compagnia dei bambini.

PELO

Il mantello dei soggetti a pelo corto non necessita di cure particolari se non nel periodo della muta, quando è necessario pettinarlo accuratamente almeno due-tre volte la settimana; quello semilungo va pettinato un po’ più.

Vuoi saperne di più?

Abbiamo dedicato a questo meraviglioso gatto un ampio articolo pubblicato sul numero di luglio del nostro giornale. Se te lo sei perso, puoi recuperarlo scaricando la App e leggendolo sul giornale digitale, basta andare a questo collegamento.

Altre letture consigliate

La coppia con il Suv che rapisce il gatto e scappa

Alessandro Macciò

Gina, la gatta di Ravenna che ha compiuto trent’anni

Alessandro Macciò

La freccia da balestra lo trafigge, gatto salvato e adottato

Alessandro Macciò