fbpx
giovedì, 27 Giu 2019
Quattro Zampe
Il linguaggio del gatto
Curiosità

Il linguaggio del gatto: che meraviglia!

Tu lo sai, l’hai visto e sentito, anche se magari non lo capisci: il linguaggio del gatto è un sistema di suoni, versi e atteggiamenti con il quale ti parla e ti comunica molte cose. Esploriamo insieme questo mistero meraviglioso.

Mille suoni e mille gesti

Il linguaggio del gatto è composto da una miriade di suoni diversi: miagolii di diversa natura e suoni gorgoglianti. Questi vengono usati per chiamarti la mattina quando dormi, quanto lui ha voglia di coccole (anche se tu stai lavorando o guardando una serie TV), quando ha paura o quando gli fa male qualcosa.

Secondo gattoMiao: alla base del linguaggio del gatto

Il miagolio (“Miao!”) è un verso valido per molte cose. Il tuo gatto lo usa per salutarti, per darti ordini (“Miao!= sfamami ora!”), per protestare (“Miao!=prova a toccarmi un’altra volta e vedrai cosa ti succede”) oppure per annunciare qualcosa (“Miao!=c’è un insetto in casa!”).

Non solo miagolii

Assieme ai miagolii, il tuo gatto emette piccoli versetti gutturali, quasi dei gorgoglii. Sono versi d’affetto, d’amore. Sono i versi che la mamma emette per chiamare i cuccioli quando è il momento di mangiare e che i gatti emettono per invitare il cibo o il calore. Insomma, sono affermazioni e richieste di attenzioni e d’amore, come dire “ehi, ciao, ti voglio bene, dammi da mangiare o coccolami”.

Evoluzione sociale

Abbiamo già parlato delle fusa e anche del linguaggio del corpo. Tuttavia non è ancora possibile comporre un vocabolario completo del linguaggio del gatto. Una teoria interessante sostiene che come nelle società umane, determinati versi o comportamenti possano cambiare significato e uso in differenti contesti. Ossia, il tuo gatto di casa potrebbe dire cose in modo diverso dagli altri gatti del mondo.

Tu che ne pensi?

Cosa puoi dirci del linguaggio del gatto rispetto a quanto hai visto in casa tua? Il tuo gatto ti parla? Sappiamo che lo fa (tu, a lui, parli di sicuro, ne siamo certi!). Facci sapere qualcosa con un commento qui di seguito, oppure sulla nostra pagina Facebook.

Altre letture consigliate

Famiglie moderne: la gatta Pusha e i suoi scoiattoli

Silvia Quaranta

Bologna, mezzo milione di euro in eredità ai gatti

Alessandro Macciò

Meow Meow Cruise, la crociera per gli amanti dei gatti

Alessandro Macciò

Lecce, il premier Conte al campus con un gatto in braccio

Alessandro Macciò

La coppia con il Suv che rapisce il gatto e scappa

Alessandro Macciò

Gina, la gatta di Ravenna che ha compiuto trent’anni

Alessandro Macciò