fbpx
martedì, 18 Dic 2018
Quattro Zampe
Curiosità Primo Piano

L’albero di Natale a prova di gatto

Lo spirito natalizio ti pervade? Ah, che emozione ammirare il tuo albero di Natale: le luci scintillanti, le palline colorate, i fiocchi di neve, il gatto, le stelle, le ghirlande… Gatto? E che ci fa Micio accoccolato tra i rami?

Sì la foto su Facebook e Instagram avrà un sacco di like ma, la maggior parte delle volte, lo scatto successivo vedrà, come protagonista, l’albero steso al suolo.

In questo periodo, chi ha a casa un gatto sta pensando, come ogni anno, se è il caso di decorare le stanze e, soprattutto, di fare l’albero di Natale.

Ma come si realizza un albero di Natale a prova di gatto?

La domanda è lecita vista l’attrazione che i suoi rami suscitano nei felini. Se poi, al richiamo della natura, aggiungiamo luci intermittenti, palline dondolanti e intriganti ghirlande colorate, è proprio qui che si concentrerà l’attenzione del tuo micio nei prossimi giorni.

Lo scopo del gatto sarà quello di scalare l’albero per arrivare fino alla vetta e aggrapparsi al tradizionale puntale, con risultati puntualmente catastrofici, nonché pericolosi per la sua salute.

Il problema è piuttosto sentito nelle case italiane, dove vivono più di 7 milioni e mezzo di gatti, e l’unica soluzione sicura al 100% è la prima che elenchiamo qui sotto.

Se però l’albero di Natale a casa tua non può mancare, anche perché altrimenti non sapresti dove mettere i regali, ecco dei pratici consigli per confezionare un albero di Natale a prova di gatto e far in modo che resista diritto e integro fino all’Epifania.

10 suggerimenti per proteggere l’albero di Natale dagli attacchi del tuo gatto

  • Rinunciare all’albero di Natale: questa è l’unica maniera per essere certi di evitare disastri e di non trovare le decorazioni distrutte e sparse per tutta la casa.
  • La stanza chiusa: il metodo è abbastanza sicuro, si sistema l’albero in un luogo a cui Micio non ha accesso e basta ricordarsi di tenere sempre la porta chiusa.
  • La versione da tavolo: più piccolo = più sicuro. Sì perché se gli cade addosso, farà meno male e, soprattutto, i danni saranno limitati. Resta il problema della dimensione delle decorazioni, potenzialmente pericolose perché potrebbe ingerirle.
  • Abete vero o finto? L’ecologia suggerisce che sia finto, così come la sicurezza, perché gli aghi di quello vero sono taglienti e irritanti per il micio. Meglio quindi scegliere un tipo di albero artificiale che non sia tossico per la salute del gatto e anche per la nostra.
  • La posizione: quella ideale non avrà intorno mobili dove il micio può arrampicarsi facilmente, come scaffali e mensole. La notte o quando non c’è nessuno in casa, è utile chiudere la porta della stanza in cui si trova l’albero.

  • Una base sicura: la base di un albero di natale a prova di gatto dovrà essere solida e resistente. Soprattutto se, oltre al gatto, in casa ci sono dei bambini. Per la base suggeriamo una copertura rigida (in vendita se ne trovano di plastica) e, inoltre, è necessario rendere inaccessibili i cavi elettrici delle luci, da spegnere quando non c’è nessuno in casa.
  • Prima di iniziare: lascia l’albero senza decorazioni per qualche giorno, in modo che il gatto si abitui a questa nuova attrazione domestica.
  • Spray agli agrumi: ai gatti non piace, proprio come l’aroma della citronella. Si usa come deterrente spruzzandolo sui rami dell’albero. Anche le bucce d’arancia, posizionate alla base o inserite tra le decorazioni, potranno essere d’aiuto.
  • Cosa appendere? Le palline infrangibili, in caso di rovinosa caduta dell’albero, fanno la differenza. Meglio comunque optare per decorazioni opache, realizzate in stoffa, feltro e cartapesta, ed evitare nastri e pendenti che si muovono attirando l’attenzione del micio. No alla neve artificiale tossica e ancora no ai dolci appesi, in particolare al cioccolato, pericolosissimo per la sua salute. Tutto va fissato in modo sicuro, preferendo ganci di metallo e pinze a corde o elastici.
  • Soluzioni alternative: scegliere un albero di Natale capovolto da appendere al soffitto oppure creare un albero su misura per il gatto. Come, per esempio, un’originale struttura in legno a forma di albero, addobbata con giochi che possa prendere, masticare e far rotolare a terra. Oppure pensare alla versione natalizia del suo tiragraffi.

Approfondimenti:

Cerchi consigli su come addobbare il tuo albero di Natale? Leggi i consigli di Ville&Casali

Altre letture consigliate

Chi sono i cani famosi della televisione? Scopriamoli insieme in occasione della Giornata Mondiale della Televisione

Claudia Ferronato

Adottare un gatto nel 2017: come preparare la casa

Redazione Quattro Zampe

L’estate è finita, ma il pericolo flebotomi e leishmaniosi resta

Redazione Quattro Zampe