fbpx
venerdì, 18 Ott 2019
Quattro Zampe
gatti in casa
Curiosità Gatti

Lavorare a casa con un gatto

E’ facile desiderare lo smartworking, ossia la possibilità di lavorare a casa, dalla scrivania di un ufficio. Programmare il lavoro in base alle proprie esigenze, svegliarsi con calma e lavorare in pigiama, per un dipendente subordinato sono considerati dei lussi impareggiabili.

Tuttavia, coloro che abbiano già provato questo tipo di esperienza, sanno bene che pur restando in casa propria, le giornate non sono poi così libere e spensierate come sembrerebbe. Con un gatto in giro poi, potrebbe essere anche più difficile del previsto!

Per trasformare l’abitazione in un ufficio e sentirsi al contempo un buon genitore adottivo, esistono però dei piccoli accorgimenti, in grado di facilitare l’impresa.

Dai a Kitty il suo spazio

Non si sa perché, ma spesso i gatti amano accucciarsi accanto alla tastiera del computer. Per evitare che interrompano il nostro flusso di lavoro, bisognerebbe dunque garantire loro uno spazio personale  confortevole in cui potersi rilassare.

Un gatto particolarmente appiccicoso e coccolino, potrebbe aver bisogno di uno stimolo in più per stare al suo posto. Un rimedio potrebbe consistere nel posizionare un’amaca per gatti nei pressi della propria postazione. Così sarà possibile stargli accanto e contemporaneamente continuare a digitare sulla tastiera.

E’ scientificamente provato che lavorare in compagnia degli animali faccia bene all’umore e, quindi, alla salute psicofisica della persona. Lavorare a casa con un gatto nei paraggi, comporterà inevitabilmente delle distrazioni, soprattutto a causa della costante richiesta di attenzioni da parte del micio.

Una soluzione potrebbe consistere nel riservare all’animale uno spazio tutto suo, magari confinandolo con astuzia, evitando di alimentare prevedibili ansie e paure.

lavoro con il micio

Programma una pausa per giocare

Chiunque ha bisogno di pause sul luogo di lavoro, così come i gatti hanno sicuramente bisogno di attenzioni. Stabilire dei break durante la giornata lavorativa, è utile in quanto consentirà di dedicare del tempo all’amico a quattro zampe e di conseguenza a se stessi. In questi momenti è essenziale escludere qualsiasi altro tipo di attività, in modo da staccare realmente la spina.

Tieni il micio occupato

Un gatto annoiato potrebbe condurre ad un comportamento distruttivo, come farsi le unghie sui mobili, entrare dove non si potrebbe e in alcune situazioni, “marchiare il territorio”. Per assicurarsi che il micio non distrugga anche il proprio lavoro, sarebbe opportuno fornirgli un ventaglio di stimoli fisici e mentali. I gatti adorano i giocattoli!

Cambia la suoneria del cellulare

Se i dispositivi che talvolta si è costretti a utilizzare a casa dovessero produrre suoni eccessivamente squillanti e poco pet friendly, bisognerebbe modificare le suonerie o fare in modo che questi toni innaturali non innervosiscano il peloso di turno.

Sii flessibile

Potrebbe accadere che nonostante le varie accortezze, si verifichi comunque qualche problema durante la giornata lavorativa a casa. Un contrattempo, un diverso stato d’animo e tutti i buoni propositi potrebbero venir meno. E’ dunque fondamentale riuscire a essere flessibili, modificando eventualmente i lavori e gli obbiettivi programmati.

 

Altre letture consigliate

Ma ce l’hai con me? Quando il gatto è aggressivo

Ewa Princi

Chiamo il mio gatto ma lui mi ignora: il comportamento dei gatti

Ewa Princi

L’Australia vuole sterminare 2 milioni di gatti

Maria Paola Gianni

Juno nuova star del web, ecco i gatti campioni di click

Redazione Quattro Zampe

Le colonie feline romane: i gatti randagi sono cittadini di Roma

Stefania Piazzo

Aiuto, si trasloca! Tutti i consigli per affrontare un trasloco con il gatto

Ewa Princi