fbpx
martedì, 19 Nov 2019
Quattro Zampe
Primo Piano Razze Feline

American Curl

La storia di questo insolito felino American Curl – uno dei più intelligenti e affettuosi in assoluto – ebbe inizio in California da una gattina randagia, minuta, nera, a pelo semilungo e, soprattutto, con le orecchie arricciate, che venne adottata dai coniugi Grace e Joe Ruga e chiamata Shulamith. Quando nella primavera del 1982 la micina partorì, due dei suoi quattro cuccioli avevano le stesse buffe orecchie, perciò fu evidente che tale caratteristica non era un’anomalia, ma una mutazione genetica dominante, trasmissibile, quindi, ai figli, anche se presente in uno solo dei genitori. Probabilmente, se i coniugi Ruga non avessero affidato una coppia dei loro strani gatti a Nancy Kiester (divenuta poi segretaria del North American Curl Club), tale mutazione si sarebbe manifestata solo in pochi casi isolati.

Nell’ottobre del 1983, invece, Shulamith e i suoi discendenti vennero presentati all’esposizione di Palm Springs, in California. Successivamente parteciparono a molte altre mostre, facendosi così conoscere e ammirare da un pubblico sempre più vasto. Nel giro di qualche anno, con l’aiuto di validi genetisti e grazie a un allevamento altamente selettivo, si ottennero intere cucciolate con le orecchie ‘curl’ (‘a ricciolo’, in inglese), fissando la tipicità della nuova razza.

La razza American Curl fu riconosciuta ufficialmente da Tica nel 1985 e solo dieci anni più tardi dalla Cfa, nelle due varianti a pelo corto e a pelo semilungo.

Di taglia media, allevato in molti colori e disegni, l’American Curl ha un portamento maestoso, come se sapesse di essere a suo modo una star. Tranquillo ed equilibrato, docile e sensibile, molto socievole, sia con le persone, sia con altri animali, soffre la solitudine e ha bisogno di sentirsi circondato dall’affetto della sua famiglia adottiva, che lui ricambia abbondantemente (senza però essere troppo ‘appiccicoso’). Ama farsi prendere in braccio, accarezzare e coccolare; ama dormire nel letto con i suoi umani ed essere sempre al centro della loro attenzione, facendo le fusa con grandissimo impegno. Attivo, curioso e piuttosto vivace e sveglio, impara a fare diversi giochi e piccoli esercizi di abilità, coi quali si diverte moltissimo.

L’American Curl ha un’espressione attenta e intelligente e si distingue per quelle sue orecchie così particolari che si arricciano all’indietro.

Adora gli spazi aperti, ma è capace di adattarsi perfettamente alla vita casalinga, anche in appartamento (soprattutto se ha la possibilità di fare ogni tanto una passeggiata). Partecipa con entusiasmo alle attività di tutta la famiglia, anche se di solito manifesta particolare preferenza per una persona, alla quale riserva speciali affettuosità e lunghi discorsi: parla animatamente, facendosi capire benissimo. Si esprime con una voce tenera e delicata, un miagolio flebile e continuo, spesso ‘borbotta’ a lungo, proprio come se volesse parlare.

Accetta serenamente i viaggi, sistemato nel suo trasportino, e si lascia portare perfino al guinzaglio (basta abituarlo quando è ancora molto giovane). Non è mai aggressivo, non graffia, né soffia, di solito non ha neppure l’abitudine di ‘farsi le unghie’.

La Scheda tecnica dell’American Curl

  • Razza: American Curl
  • Origine: California, 1982
  • Ibridazioni: Nessuna
  • Temperamento: Dolce, vivace e attivo anche in età avanzata
  • Peso: 4-5 kg la femmina, 5-7 kg il maschio

Caratteristiche dell’American Curl

  • Orecchie: erette, abbastanza grandi, larghe alla base, aperte e curvate all’indietro in un arco regolare (tra i 90 e i 180 gradi), con punte arrotondate e flessibili
  • Testa: cuneiforme, di medie dimensioni, con naso diritto e di media lunghezza, mento forte, in linea con il naso e il labbro superiore, collo elegante
  • Occhi: grandi, distanti tra loro e posti leggermente obliqui sul muso, di colore nitido e brillante (blu nelle varietà pointed)
  • Zampe: di media lunghezza, proporzionate al corpo, con piedi arrotondati
  • Corpo: di taglia media, ben proporzionato ed elastico, lungo e snello, ma muscoloso e tonico
  • Mantello: corto, morbido, setoso, aderente al corpo, elastico nei soggetti shorthair; fine, setoso, aderente al corpo e con poco sottopelo nella varietà longhair
  • Coda: flessibile, larga alla base e affusolata, non densa o voluminosa nei soggetti a pelo corto, con poco sottopelo e con pennacchio in quelli a pelo semilungo

Impegno per l’American Curl

Soffre la solitudine, ha bisogno di presenza, affetto e attenzioni; se lo si deve lasciare solo a lungo durante la giornata, al rientro bisogna poi riservargli un’abbondante dose di coccole.

Cure mediche per l’American Curl

Le orecchie richiedono attenzioni particolari e vanno pulite spesso, delicatamente, con una garzina imbevuta con prodotti specifici, oppure con acqua bollita tiepida.

Carattere dell’American Curl

Molto socievole e affettuoso, legatissimo a tutti i membri della famiglia, ama anche la compagnia dei bambini.

Pelo dell’American Curl

Il mantello dei soggetti a pelo corto non necessita di cure particolari se non nel periodo della muta, quando va pettinato almeno due-tre volte la settimana (un po’ più spesso quello semilungo). Nella variante a pelo semilungo il sottopelo è minimo. Il mantello, liscio e setoso, aderente al corpo, non necessita, quindi, di grandi cure.

Approfondimenti:

Altre letture consigliate

Le 4 bugie sui cani aggressivi

Angelo Vaira

Passeggiare col cane ci rende felici

Ludovica Pierantoni

Labrador Retriever

Sofia Golden

A cosa pensa il mio cane? e il mio gatto? L’intelligenza degli animali

Redazione Quattro Zampe

Ma è vero che…? Le risposte alle domande più comuni sul comportamento dei cani

Dr. Dog - Vieri C. Timosci

È reato ignorare un cane che sta male

Claudia Taccani