sabato, 17 Nov 2018
Quattro Zampe
Razze Feline

Somalo

Longilineo e flessuoso come il ‘gemello’ a pelo corto, il Gatto Somalo appare comunque un po’ più grande del Gatto Abissino, anche per effetto della folta pelliccia.

La fisionomia del Gatto Somalo – sguardo intenso e fiero, movenze fluide e misteriose, pelliccia caratterizzata dal ticking (un’alternanza di diverse bande chiare e scure su ogni singolo pelo, che produce riflessi lucenti e vibranti) – fa pensare ai grandi felini selvatici, ma lui è, invece, un dolcissimo gatto domestico, espansivo, docile, affettuoso e sensibile.

La razza Somalo, le cui origini non sono molto chiare, deriva in ogni caso da una mutazione a pelo lungo dell’Abissino, di cui il Somalo conserva caratteristiche fisiche e comportamentali, con l’unica differenza di un morbido e soffice mantello.

Il caratteristico pelo lungo del Gatto somalo parrebbe derivare da incroci con Persiani, databili intorno al ‘900.

Intorno al 1940, l’allevatrice inglese Janet Robertson esportò in America del Nord, Australia e Nuova Zelanda alcuni Abissini a pelo corto, regolarmente iscritti al Libro delle Origini. Dai loro discendenti nacquero, assolutamente imprevisti, anche esemplari a pelo lungo: nelle linee di sangue c’era stato evidentemente qualche accoppiamento con gatti di questo tipo. Qualche allevatore preferì ignorare tali soggetti, altri, invece, giudicandoli molto belli, ma non meritevoli di pedigree, decisero di sterilizzarli. Nel 1963 la canadese Mary Mailing ne portò uno in esposizione: affascinato dalle sue caratteristiche, il giudice decise di definire ufficialmente ‘Somalo’ l’Abissino a pelo lungo. Alla fine degli anni ’60 la nuova razza venne riconosciuta negli Stati Uniti e dieci anni dopo in Europa, Australia e Nuova Zelanda, dove allevatori e associazioni feline ne definirono lo standard e iniziarono a valorizzarla.

Il Gatto Somalo è un esperto di furto con destrezza

Agile e astuto come pochi altri, questo gatto è un vero esperto di furto con destrezza: approfitta della minima distrazione dei suoi umani per acciuffare il cibo dalle pentole, dai piatti o addirittura dalle forchette, mentre lo portano alla bocca.

Il Gatto Somalo ha una forte personalità, va educato

Avendo una forte personalità, questo gatto non si fa troppo condizionare da rimproveri o proibizioni, bisogna quindi educarlo fin da piccolo con un minimo di polso.

I colori del Gatto Somalo

Come per l’Abissino, il colore tradizionale del Somalo è Ruddy (o Lepre), cioè una calda tonalità marrone-vermiglio, con petto, interno delle zampe, sottocoda e base del pelo arancio intenso, mentre punta della coda e ticking sono neri. Sorrel è un caldo color rosso rame, con ticking e punta della coda rosso-bruno scuro (cinnamon); sottopelo, petto, interno zampe e sottocoda sono color albicocca. La sfumatura Beige-Fawn ha colore di base (sottopelo, petto, interno zampe e sottocoda) crema e ticking nella stessa nuance, ma più intensa. Il Blu ha mantello blu-grigio, intenso, ticking acciaio scuro e sottopelo crema rosato, come il petto, l’interno delle cosce e il sottocoda. Nella variante Silver di tutti questi colori il sottopelo si presenta di un puro e candido bianco argento, alternato e contrastato da bande che possono essere lepre, sorrel, fawn o blu.

Mantello dai toni intensi

Più striato di quello dell’Abissino (essendo più lungo), il mantello del Somalo assume una tonalità particolarmente intensa: nelle varianti ruddy, blu, sorrel, beige-fawn o silver è caratterizzato da tre o più (fino a quattordici) bande alternate di colore scuro su ogni singolo pelo (ticking), sempre in armonia con quello della varietà corrispondente.

Aspetto selvaggio del Gatto Somalo

Oltre allo splendido carattere (lo stesso dell’Abissino, forse in versione leggermente più tranquilla), il Somalo ha un fascino particolare per via del mantello semilungo, folto, morbido e lucente, che gli dà un aspetto più selvaggio.

Arricchimento ambientale

Per un gatto così intelligente e vivace è molto importante vivere in un ambiente ricco di stimoli: scatoloni, ceste e cestini, scalette, mensole e trespoli (perfetti per il nascondino, che gli piace tantissimo) creano spazi e visuali insoliti.

Il Gatto Somalo convive bene con altri GATTI e CANI in casa

Il Gatto Somalo ama la compagnia come un cagnolino

Elegante e sinuoso

Il pelo semilungo del Somalo è soffice e arioso, il mantello ha un colore straordinario, sembra quasi avere una criniera. Gli occhi sono ambrati, le orecchie grandi, i baffi lunghi e la coda fluente e vaporosa, portata sempre a pennacchio, sembra quella di uno scoiattolo.

Ama essere sempre partecipe

È un gatto molto presente, con tutti gli aspetti positivi di un cane, senza però essere così impegnativo. Ha comunque bisognodi affetto e attenzioni: non potrebbe vivere bene con chi non avesse tempo da dedicargli.

“IO LO CONOSCO BENE”

Martina Drago ha un Somalo maschio di un anno, Woland Barahir. Il suo primo gatto di questa razza lo aveva incontrato a una mostra felina: visto e preso, se ne era subito innamorata. Una volta rimasta senza di lui, non ha più voluto cambiare.

Come mai la sua scelta è caduta ancora una volta su questo gatto?

“Dopo averne avuto uno per 11 anni – spiega – ne ho cercato un altro uguale, perché i Somali sono gatti meravigliosi, dolci, espansivi, simpatici, allegri e divertenti… Sono molto affettuosi e intelligenti, si affezionano tantissimo al padrone, quasi come cani, e lo seguono dappertutto, partecipando a tutte le sue attività, ma senza essere mai invadenti o fastidiosi. Sono giocherelloni e vanno d’accordo con tutti gli altri animali, sono anche molto intuitivi e capiscono lo stato d’animo delle persone. … hanno proprio un carattere delizioso, da perfetti animali da compagnia. Per non dire di quanto sono belli, della loro linea elegantissima, dello splendido colore del mantello, di quella meravigliosa coda da volpe… insomma, mi pareva che nessun’altra razza potesse avere tutte questi pregi”.

Il Gatto Somalo si comporta come un cagnolino

Simpatico, allegro e giocherellone, il Somalo partecipa intensamente alla vita della famiglia, comportandosi quasi come un cagnolino. Agilissimo e atletico, adora sistemarsi in cima alla libreria del soggiorno o sui pensili di cucina, per osservare dall’alto ciò che accade sotto di lui. Amante delle posizioni sopraelevate e del contatto fisico, appena può, si piazza sulle spalle del padrone, per seguirne da vicino tutte le attività. La sua curiosità è proverbiale e la voglia di giocare lo accompagna per tutta la vita, insieme alla capacità di imparare: sfogare le energie nel gioco lo rilassa e lo appaga, migliora il suo carattere e lo rende ancora più disponibile nei confronti dei suoi amici umani. Vivace per natura e abile cacciatore, è felice di poter uscire all’aperto, in giardino o su un ampio terrazzo (se abituato fin da piccolo impara anche a camminare al guinzaglio), bisogna, però, impedirgli di allontanarsi, perché è facilmente oggetto di furto. Nello spazio limitato di un appartamento cittadino si dedica con grande impegno alla caccia ritualizzata, utilizzando come ‘prede’ topini di pezza e palline di carta. Per un gatto così intelligente e vivace è molto importante anche un ambiente ricco di stimoli: scatoloni, ceste e cestini, scalette, mensole e trespoli creano spazi perfetti per il nascondino, che a lui piace tantissimo.

Pur privilegiando di solito un solo componente della famiglia, nell’elargire il suo affetto questo piccolo felino non trascura nessuno (perfino un esemplare già adulto sarà prontissimo ad affezionarsi alle persone capaci di dargli le attenzioni di cui ha bisogno). Estroverso e socievole, cerca la compagnia di adulti e bambini e convive senza problemi con gli altri gatti o con i cani di casa. Quando gli capita di rimanere solo, aspetta tranquillamente i suoi familiari, senza fare danni, per poi accoglierli al loro ritorno con grandi manifestazioni di affetto. Un gattino Somalo che si sentisse trascurato nelle sue esigenze di compagnia e di gioco, potrebbe, invece, rivolgere verso dispetti e marachelle tutta l’energia, l’intelligenza e l’inesauribile fantasia di cui è dotato.

I cuccioli non richiedono cure o attenzioni particolari, se non una temperatura ambientale mite, perché la mamma, pur essendo molto sollecita e affettuosa, conserva spesso un comportamento tipico dei felini selvatici: invece di stare nella cuccia insieme ai piccoli, preferisce controllarli a distanza, piazzandosi in posizione sopraelevata. A poche settimane di vita, i micini giocano già tra loro, si nascondono, si accucciano, strisciano e si buttano con grinta su tutto ciò che si muove. Osservano attentamente gli abitanti della casa (umani e non), fonte di nuove e affascinanti scoperte. Spinti dalla loro inesauribile curiosità, dedicano molto tempo all’esplorazione di ogni angolo: in questa fase sono piuttosto spericolati e hanno un vero talento naturale per cacciarsi nei guai.

La scheda del Gatto Somalo

  • Razza: Somalo
  • Longilineo e flessuoso, ha un mantello dal colore straordinario, occhi ambrati, orecchie grandi e lunghi baffi
  • Orecchie: piuttosto grandi, larghe alla base, leggermente arrotondate in punta
  • Occhi: a mandorla, obliqui e vivaci, grandi, brillanti, espressivi, di colore verde o dall’ambra all’oro, sottolineati da una linea scura
  • Testa: larga e di medie proporzioni, con muso relativamente allungato e mento evidente; il naso, non troppo lungo e con tartufo bordato di nero, forma con la fronte un leggero stop
  • Corpo: di lunghezza media, snello e muscoloso
  • Coda: abbastanza lunga, forte, con pelo folto
  • Mantello: di media lunghezza, fine e setoso, caratterizzato da intenso ticking, in armonia con la tonalità di base; leggermente più corto a livello delle spalle, con collaretta e calzoncini ben sviluppati
  • Zampe: lunghe e sottili (il pelo lungo le fa sembrare più corte di quelle dell’Abissino), ben proporzionate al corpo, hanno una struttura ossea leggera e piccoli piedi ovali
  • Origine: Canada e Stati Uniti, 1963
  • Ascendenza: Abissino
  • Peso: da 3,5 a 5,5 kg
  • Imbridazioni: nessuna
  • Temperamento: vivace, estroverso, socievole

Impegno richiesto dalla razza somalo

È particolarmente socievole e vivace, ha una personalità spiccata ed è piuttosto cocciuto, perciò bisogna dedicargli attenzione ed educarlo con una certa fermezza.

Cure Mediche richieste dai Gatti Somali

Teme il freddo invernale e l’umidità.

Socialità del Gatto Somalo

Piuttosto timido e riservato con gli estranei, si dimostra invece affettuosissimo e giocherellone con tutti i membri della famiglia.

Sei interessato a un’altra razze felina? Clicca qui e scopri tutte le razze feline su Quattro Zampe

Altre letture consigliate

Tiffany

Redazione Quattro Zampe

Burmilla

Claudia Ferronato

Kurilian Bobtail

Redazione Quattro Zampe