fbpx
martedì, 18 Dic 2018
Quattro Zampe
Razze Feline

Tiffany

Il Tiffany è un gatto ancora molto raro, che viene riconosciuto solo da alcune associazioni feline. Ha un corpo elegante e sinuoso, la gentilezza tipica del Persiano, il carattere estroverso e curioso dell’orientale.
Il suo mantello semilungo – lucido, fitto, morbido e ben aderente al corpo, di tessitura fine e setosa
– cresce lentamente e raggiunge il massimo splendore tra i 2 e i 3 anni di età. I primi esemplari di questa razza – nata probabilmente dagli incroci fatti per ottenere un gatto che avesse la docilità e il mantello del Persiano, uniti al temperamento brioso e alla struttura fisica del Burmese – erano di colore cioccolata scuro. Ora, invece, ne esistono di diverse tonalità: tutti i colori self orientali e tutti i disegni tabby (mackerel, spotted, ticked). Gli occhi, di un caldo giallo dorato, brillano come gemme in contrasto con le tonalità calde del pelo.

Il carattere

Il Tiffany si affeziona molto al padrone, lo segue in giro per la casa e adora farsi accarezzare a lungo. ‘Parla’ con una voce delicata e gradevole, che sembra quasi un cinguettio. Estremamente docile e socievole, mite e bonario, è un simpatico felino sempre alla ricerca di attenzioni e lodi, che non si nega mai a coccole e carezze, mostrandosi particolarmente amichevole anche con gli estranei, purché capaci di conquistare la sua fiducia. In lui il carattere calmo e gentile del Persiano si associa alla curiosità e all’esuberanza del Burmese, dando vita a un felino sereno, simpatico ed estroverso, che dimostra in ogni situazione un’acuta intelligenza e grandi capacità d’adattamento.

Più dinamico del Persiano e più contegnoso del Burmese, pur essendo decisamente vivace, si rivela un perfetto gatto d’appartamento, equilibrato e facile da gestire. Ottimo compagno di vita anche per i bambini, capisce benissimo quando è il momento giusto per partecipare ai loro giochi e quando invece deve stare tranquillo per conto suo.

La razza

La storia di questa razza – indicata talvolta anche come Tiffany Chantilly oppure Tiffanie – è comunque piuttosto confusa e controversa, così come il luogo di origine (Inghilterra, oppure Stati Uniti e Canada). Da un lato si ritiene che gli allevatori inglesi abbiano ottenuto il Tiffany con un lungo e attento lavoro di selezione, incrociando Persiani di varietà Himalayana o Chinchilla con Burmesi e siano poi riusciti a fissarne i caratteri, evitando gli effetti negativi di un’eccessiva consanguineità.

Altre fonti parlano, invece, di una coppia di gatti a pelo lungo, color cioccolata e con occhi dorati, acquistati nel 1967 a New York. Erano di provenienza ignota, ma le loro caratteristiche indicavano una parentela con il Burmese. I due esemplari passarono poi a un allevatore di Burmesi in Florida, che li fece accoppiare con i suoi gatti e scelse per i cuccioli il nome Tiffany, che secondo lui suggeriva immediatamente un’idea di eleganza. Prossima all’estinzione negli anni Ottanta del secolo scorso, la razza fu poi rilanciata da un’allevatrice canadese, che vi si dedicò con grande passione.

Oggi i soggetti nordamericani si differenziano dagli europei perché, discendendo da differenti tipi di Burmesi, hanno ereditato dei caratteri somatici differenti, in particolare i primi hanno una conformazione più elegante e una sfumatura di colore leggermente più rossa, che riscuote generalmente maggiore successo.

Le caratteristiche fisiche

Corpo possente, muscolatura vivace e tonica, ha un peso elevato rispetto ad altri gatti delle stesse dimensioni.

  • Razza: Tiffany
  • Origine: 1970-1980, Inghilterra o Stati Uniti e Canada
  • Ascendenza: Incroci di Burmese con Persiano
  • Altri nomi: Tiffany Chantilly, Tiffanie
  • Peso: 3-4 kg la femmina, 4-5 kg il maschio
  • Ibridazioni: Burmese, Persiano, Chinchilla
  • Temperamento: dolce, mite, molto affettuoso
  • Impegno: È un gatto che ha bisogno di ricevere attenzioni costanti e ama giocare, perciò soffre se viene lasciato solo per troppo tempo.
  • Cure mediche: Generalmente sano e robusto, non necessita di cure particolari.
  • Socialità: Dolce ed espansivo, ama vivere tra le mura domestiche e si adatta a ogni tipo di ambiente.
  • Pelo: Il mantello fitto e lungo va spazzolato e pettinato possibilmente ogni giorno.

  • Testa: di medie dimensioni, arrotondata, con naso corto, mento rotondo, collo corto e ben sviluppato
  • Occhi: rotondi o leggermente obliqui e distanti, di colore giallo caldo dorato
  • Mantello: semilungo, fitto, morbido e ben aderente al corpo, lucido, di tessitura fine e setosa, senza sottopelo
  • Orecchie: di grandezza media e ben distanziate tra loro, sono inclinate in avanti, aperte alla base e leggermente arrotondate in punta
  • Zampe: di media lunghezza, muscolose, ma non tozze, con piedi rotondi
  • Corpo: di taglia media, elegante e tonico, con ossatura e muscolatura ben sviluppate
  • Coda: di media lunghezza e folta, spessa alla base, si assottiglia all’estremità, leggermente arrotondata

di Giulia Settimo

Altre letture consigliate

Ragdoll

Redazione Quattro Zampe

Javanese

Redazione Quattro Zampe

Kurilian Bobtail

Redazione Quattro Zampe