fbpx
venerdì, 18 Gen 2019
Quattro Zampe
Primo Piano Salute e benessere

Hai un gatto chiacchierone? Come decifrare i miagolii del gatto

Impariamo a capire le vocalizzazioni eccessive nel gatto, per comprendere cosa desidera e cosa vuole. Ecco come distinguere i miagolii normali da quelli più importanti e urgenti

Perché i gatti miagolano?

Un miagolio può avere molte forme e può essere eseguito per molte ragioni, ma la maggior parte dei gatti sani di solito cerca di comunicare qualcosa quando miagola e il miagolio può sembrare leggermente diverso in base al motivo per cui viene espresso.

Forse si annoiano…

Molti felini ricorrono alla vocalizzazione perché sono annoiati e non ricevono abbastanza stimolazioni. Aumentare l’arricchimento mentale e fisico del gatto può eliminare il problema.

Ma ci sono molte altre ragioni che rendono il nostro micio “chiacchierone”.

I miagolii spaventati e arrabbiati sono, in genere, più forti di altri e quelli dolorosi o addirittura le grida sono un evidente segno di angoscia nel gatto. I miagolii di fame, di solito, sono accompagnati da eccitazione. Se il gatto sente il rumore della bustina o di ciotole o di scatole di crocchette, potrebbe correre e iniziare a miagolare per l’eccitazione. I miagolii che cercano attenzione indicano che il gatto potrebbe voler essere coccolato o inseguito, oppure potrebbe voler giocare col suo riferimento umano.

AUMENTANO NELLA STAGIONE DEGLI AMORI

Quindi, la vocalizzazione è il modo in cui i gatti comunicano con noi.

Gli aumenti normali della stessa si verificano durante la stagione degli amori, quando le femmine sono in calore e i maschi competono per loro.

Occhio a non cedere! Non dobbiamo dargliele tutte vinte. Anzi, se
con l’eccessiva vocalizzazione, invece di ignorarlo, lo assecondiamo, il gatto in futuro sarà ancora più insistente.

Aumentano anche quando si verificano cambiamenti nel nucleo familiare, come un trasloco: in simili casi possono essere transitori.

Alcune razze di gatti, in particolare, quelle Orientali e i Siamesi, in genere vocalizzano più di altri: per loro, quindi, tutto questo “vociare” è normale.

Siamesi e Orientali sono, di norma, già chiacchieroni. Alcune razze di gatti, come i Siamesi e gli Orientali, in genere, vocalizzano più di altri: per loro, quindi, è una caratteristica normale.

ALCUNI GATTI SONO PIÙ COMUNICATIVI

Come le persone, alcuni gatti sono semplicemente più vocali di altri.

Miagolano perché vogliono qualcosa da mangiare, o desiderano semplicemente farci sapere che sono lì. In ogni caso, qualunque sia la ragione, un gatto chiacchierone non è preoccupante, a meno che questo atteggiamento non sia collegato a un cambio di comportamento.

OCCHIO ALLA SALUTE

Cambiamenti nei modi di vocalizzare del gatto possono essere indice di problemi di salute, quindi, è importante sapere cosa è normale e cosa non lo è.

Se il gatto, ad esempio, di solito è un gran conversatore e all’improvviso diventa silenzioso, o se normalmente è silenzioso, ma diventa improvvisamente forte e insistente, potrebbe cercare di dirci che c’è qualcosa che non va, che prova dolore oppure è a disagio.

I gatti possono miagolare eccessivamente quando provano dolore o hanno problemi neurologici o deficit sensoriali come perdita dell’udito o della vista. Ansia, aggressività, frustrazione, disfunzione cognitiva o altri problemi comportamentali possono anche causare ripetutamente il vocalizzo dei gatti. Come sempre, quindi, il primo consiglio è quello di portarlo dal veterinario perché possa accertarsi del suo stato di salute.

VOCALIZZAZIONE ECCESSIVA ANORMALE: COSA FARE?

L’eccessiva vocalizzazione non ha una definizione rigorosa. Ciò che è considerato “eccessivo” dipende dal livello di tolleranza del singolo ascoltatore, che può essere influenzato da molti fattori. Ad esempio, un gatto che miagola rumorosamente a colazione può essere più tollerabile di un micio che ripetutamente miagola senza motivo apparente nel cuore della notte.

SEMPLICI DA RICONOSCERE

Comunque, i sintomi di un’eccessiva vocalizzazione nei gatti sono relativamente semplici da riconoscere:

– Un aumento della frequenza del miagolio;

– Un aumento nel volume o cambiamento nel modo di miagolare;

– Vocalizzazioni continue di notte.

È importante valutare le abitudini precedenti del gatto riguardanti la vocalizzazione come metro di misura. Il trattamento per la vocalizzazione eccessiva dipende dal problema che si nasconde dietro. Se per il veterinario la causa non è medica, va considerato attentamente perché il gatto sta chiedendo più attenzione. Molti felini ricorrono alla vocalizzazione perché sono annoiati e non ricevono abbastanza stimolazione. Aumentare l’arricchimento mentale e fisico del gatto può eliminare il problema.

ALCUNE MOTIVAZIONI

Ma vediamo quali sono alcuni motivi per cui il gatto potrebbe improvvisamente diventare “iper vocale”:

  • Calore – il gatto è sterilizzato o castrato? In caso contrario, potrebbero essere in amore. Questi vocalizzi andranno ben oltre, saranno ben diversi dai miagolii di richiesta di cibo e suoneranno più come degli ululati. La soluzione è la sterilizzazione.
  • Noia – Se il gatto è annoiato, lo farà sapere miagolando tutto il tempo. Assicurarsi di fornire al micio un ambiente stimolante e ricco di attività da compiere, con giocattoli interessanti e che vengono ruotati regolarmente, cibo da cercare in più punti della casa, tiragraffi alti e mobili sui quali saltare e arrampicarsi, giochi di intelligenza e dedicare diverso tempo al gioco assieme a lui ogni giorno.
  • Vecchiaia – Ci sono tanti problemi di salute che possono sorgere con l’età, compresa la perdita dell’udito e della vista. Osservare sempre attentamente il gatto. Sta sbattendo contro gli oggetti? Sembra non accorgersi di alcuni rumori? Mentre dorme si sveglia con difficoltà? Sembra più esitante nel saltare? Se è così, è tempo di farlo controllare con il veterinario per vedere cosa c’è che non va.

GATTI SORDI: COSA FARE

I gatti sordi potrebbero anche non sapere di essere rumorosi quando miagolano, un po’ come noi umani. Quindi, può essere molto difficile interpretare ciò che un micio sordo sta cercando di comunicare attraverso le sue vocalizzazioni. I suoi miagolii sono spesso molto più forti di quelli di un tipico gatto, specialmente se non possono vederci e ci stanno cercando.

Come possiamo fare per aiutarlo? Possiamo fornire in più punti della casa degli oggetti che ci appartengono come, ad esempio, maglioncini con il nostro odore, ciò rassicura il quattro zampe. Un gatto sordo non va mai avvicinato serza preavviso. È necessario non arricciarsi da dietro, ma sempre da davanti in modo che possa vederci prima di essere toccato.

DISFUNZIONE COGNITIVA

Cani e gatti possono sviluppare disfunzioni cognitive mentre invecchiano. Ciò può causare confusione nel micio e persino una vocalizzazione più frequente. Alcuni gatti, inoltre, miagoleranno forte, specialmente di notte.

La disfunzione cognitiva come processo patologico non è del tutto compresa, ma esistono alcune integrazioni nutrizionali per supportare l’invecchiamento del cervello felino. Ovviamente il tutto va seguito previo consiglio del proprio veterinario.

MALATTIA E DOLORE: MONITORIAMOLI

I problemi renali come anche il diabete e altre patologie sono comuni nei gatti anziani. Questi ultimi vanno visitati due volte l’anno per monitorare la salute.

I gatti che miagolano molto stanno cercando di dire qualcosa, e può darsi che stiano soffrendo. Dal momento che non possono dire esattamente dove fa male, dovremo cercare noi degli indizi. Osserviamoli sempre attentamente. Sembra che il gatto abbia un problema a usare la lettiera all’improvviso? Ad esempio, i segni di un’infezione del tratto urinario includono l’uso insolitamente frequente della lettiera.

RICERCA DI ATTENZIONE

Molti gatti imparano a miagolare per segnalare il loro desiderio di uscire o di essere nutriti. Questa tecnica è particolarmente efficace al mattino presto o di notte mentre dormiamo, perché per certo risponderemo! Per fermare il suo incessante miagolio, potremmo cedere alle sue richieste. Una volta compreso questo meccanismo, il gatto si aspetta la nostra attenzione continuando a vocalizzare.

Se stiamo fornendo un arricchimento adeguato e il gatto sta ancora richiedendo attenzione tramite vocalizzi (e sono stati esclusi i problemi medici), dobbiamo costantemente ignorare la vocalizzazione del felino, rifiutando di rispondere a qualsiasi richiesta di attenzione finché il micio non è tranquillo. In genere, il gatto, inizialmente, vocalizzerà di più e per periodi di tempo più lunghi prima che, alla fine, abbandoni il suo comportamento. Durante questo periodo dobbiamo continuare a ignorarlo. Se cederemo, il gatto imparerà che la vocalizzazione più forte e più lunga è l’unico modo per attirare la nostra attenzione in modo affidabile.

Info:
Centro di cultura felina

Approfondimenti:
I gatti sono animali autonomi e allo stesso tempo complessi nella gestione. Tanto che anche l’alimentazione del micio a volte può essere un problema: Gatto schizzinoso. Cosa fare quando il gatto non vuole più il suo cibo
Vuoi conoscere meglio le razze di gatto Siamese e Orientale? Leggi Gatto siamese e gatto orientale: principi d’eleganza

Altre letture consigliate

Sterilizzazione dei gatti: perché farla

Redazione Quattro Zampe

Cibo per cani e gatti contro l’allergia

Redazione Quattro Zampe

La storia di Joy, curata dalla dermatite eosinofila con l’omeopatia

Redazione Quattro Zampe