sabato, 17 Nov 2018
Quattro Zampe
casa-cat-friendly
Salute e benessere

La casa a misura di gatto

Una casa a misura di gatto è un traguardo facilmente raggiungibile, basta solo un pò di impegno e attenzione.

Tutti noi sappiamo che nei momenti di tristezza e di stress avere un animale fa bene alla nostra psiche, ma è anche vero che per accogliere un nuovo amico a quattro zampe in casa dobbiamo essere pronti a farlo.

Inoltre è importante ricordare che il gatto è un animale territoriale che ha bisogno di appartarsi e di avere degli spazi propri. L’deale sarebbe che il gatto avesse una propria stanza, ma ciò non sempre è possibile. Esistono però alcuni accorgimenti che ognuno potrà mettere in atto nel proprio appartamento per renderlo più cat-friendly.

La casa a misura di gatto: 13 cose da fare

Ecco alcune cose da fare per rendere la vostra casa a misura di gatto.

1) Stimoli visivi

Creare aperture visive verso l’ambiente esterno. A questo scopo possiamo utilizzare mensole sui davanzali delle finestre per aumentare la quantità di stimoli visivi, olfattivi e sonori percepibili dal gatto.

2) Tiragraffi

Posizionare più tiragraffi in alcuni punti strategici per esempio vicino al divano o alla poltrona.

3) Relax e Privacy

Creare più luoghi d’isolamento. Una casa deve dare la possibilità al pet di appartarsi e di riposare in tranquillità lontano dagli stimoli.

4) Ciotole

Posizionare le ciotole dell’acqua in più zone della casa. Preferibilmente nelle stanze dove il micio sta usualmente. Scegliamo ciotole grandi, al gatto piacciono di più. Il gatto non è un grande bevitore d’acqua, dandogli una ciotola grande troverà la cosa più stimolante. Proviamo. E posizionare le ciotole, sia dell’acqua che del cibo, lontano dalle lettiere.

5) Divano

Coprire il divano con un telo. Così eviteremo che il gatto lo sgraffi. Anche se bisogna assolutamente sgridarlo ogni volta che ci si avvicina. In che modo? Pronunciando con tono secco e deciso “No”. Ricordiamoci che il gatto non è un cane, ma possiamo comunque educarlo a rispondere ad alcuni comandi base. Basta solo avere pazienza. Il gatto può apprendere ciò che noi gli insegniamo. È uno spirito libero, ma se è legato a noi, cercherà di assecondarci. Per far ciò alla base ci deve essere una relazione molto forte tra noi e il micio.

6) Lettiera

Utilizzare un buon substrato per la lettiera. Generalmente i gatti preferiscono un materiale a grana fine. Tenere due lettiere: in un posto riservato, lontano dagli occhi indiscreti degli ospiti e lontano dai rumori. Per esempio, non collocare la lettiera in un ingresso o vicino ad una lavatrice.

7) Gioco

Dare al micio la possibilità di giocare. Esistono molteplici giochi in commercio. È fondamentale che siano stimolanti per l’attività fisica e mentale. A tale scopo sono molto utili i giochi con acqua o con cibo da ricercare.

8) Spazio

Creare una tridimensionalità spaziale, utilizzando mensole dove il micio ha la possibilità di salire. Il gatto ama arrampicarsi e isolarsi in posti in alto.

9) Gatto-stanza

Regalare al gatto una stanza soleggiata della casa. Gli sarà utile quando avremo ospiti fobici o allergici al pelo del gatto. In questa stanza possiamo mettere tutto ciò che è necessario al gatto, purché siano rispettate le sue esigenze fisiologiche.

La zona dove defeca deve essere lontana da quella dove mangia. Quindi a tale scopo possiamo utilizzare un separé per la zona dove collocheremo la lettiera.

Sarebbe carino se la stanza che decidiamo di affidare a micio presentasse anche un oblò di vetro sulla parete interna della camera, magari in alto vicino a una mensola. In questo modo micio avrebbe la possibilità di osservare dall’alto che cosa succede in una parte della casa e questo gli piacerebbe moltissimo.

10) Cucce chiuse

Collocare in almeno due stanze più cucce chiuse dove il gatto può riposare serenamente. Questo vale anche se il pet ha una stanza tutta sua. Proprio come piace a noi, anche lui ama cambiare ambiente, altrimenti potrebbe stressarsi. Non possiamo pensare di regalargli un vano della casa e di lasciarlo per sempre lì. Questo sarebbe assolutamente diseducativo. Non possiamo segregarlo. Il micio deve avere la possibilità di avere accesso a quasi tutte le stanze della casa, ma è giusto che ne abbia anche una sua dove potersi isolare.

11) Giardino

Lasciare al gatto la possibilità di andare in giardino. E se abbiamo paura che scappi, stiamo fuori con lui. Così stabiliremo una relazione più stretta con lui.

12) Occhi ai vetri

Attenzione ai vetri di cristallo, inizialmente ci sbatterà contro. Certo, il gatto è un attento osservatore del mondo, ma cerchiamo, se non abbiamo la possibilità di regalargli una stanza, di creare anche degli ambienti di privacy.

13) Lavatrice

Ricordiamoci di chiudere sempre lo sportello della lavatrice o asciugatrice. Il gatto adora nascondersi lì. Rappresenta uno dei suoi campi d’isolamento preferiti.

Di Irene Cassi (riproduzione vietata)

Altre letture consigliate

Alimenti per gatti grain free e ricchi di Omega3

Redazione Quattro Zampe

Come interpretare l’aggressività del gatto

Redazione Quattro Zampe

Le piante pericolose per i gatti

Redazione Quattro Zampe