fbpx
lunedì, 27 Mag 2019
Quattro Zampe
Curiosità

Alessandria, un ponte dell’arcobaleno nel cimitero degli animali

Non più tombe e lapidi, ma un ponte dell’arcobaleno formato dalle piastrelle del ricordo. Succede al cimitero per animali di Alessandria, dove il Comune ha vietato la sepoltura di nuovi pet per problemi igienico-ambientali. In attesa di trovare un sito idoneo, o di mettere a norma quello attuale, il Comune è venuto incontro alle richieste delle persone che frequentano il cimitero.

Il cimitero per animali, infatti, resterà aperto, e i “parenti” che non potranno seppellire i pet potranno costruire un ponte dell’arcobaleno fatto di piastrelle colorate e personalizzate.

Il cimitero dei pet: foto, peluche e biglietti

Il ponte dell’arcobaleno sarà l’ultimo tassello di una lunga storia. Il cimitero per animali di Alessandria infatti è nato in maniera spontanea una trentina di anni fa, accanto al cimitero comunale. Col passare del tempo sono spuntati vialetti e cappelle, molte delle quali ricoperte da foto di pet, peluche e biglietti. La struttura è gestita dai “Volontari del Cimitero degli Animali di Alessandria” ed è intitolata a Danilo Rivera, un giovane amante degli animali scomparso prematuramente.

Stop sepolture degli animali, ecco il ponte dell’arcobaleno

I volontari vanno al cimitero tutti i giorni per garantire pulizia e decoro, ma a quanto pare non basta. Il cimitero infatti è fuori norma e il Comune ha deciso di proibire nuove sepolture, per non compromettere ulteriormente la situazione. Allo stesso tempo, il Comune ha deciso che i pet già sepolti potranno rimanere al loro posto e che i “parenti” potranno continuare a visitarli. Insomma, per ora il cimitero resta aperto. E per chi non può seppellire il proprio pet, i volontari hanno pensato a una nuova soluzione che si ispira al leggendario ponte dell’arcobaleno.

Un muretto con tante piastrelle colorate per ricordare l’amico a quattro zampe defunto

In pratica, i volontari del cimitero hanno preparato un muretto a forma di arco e lo hanno dipinto con i colori dell’arcobaleno. Chi vorrà ricordare il proprio pet, potrà mettere una piastrella colorata sul muretto che simboleggia il ponte dell’arcobaleno. I visitatori potranno usare le piastrelle realizzate dai volontari, oppure portare quelle che hanno realizzato loro a casa. L’importante è che al centro ci sia il nome del pet, circondato da fiori e rami verdi.

Approfondimenti: 

Se ti interessa questo tema, leggi anche Lombardia, ok alla sepoltura congiunta di padroni e pet

Altre letture consigliate

Giornata dell’adozione, la Cina dà l’esempio

Alessandro Macciò

Wildlife Photographer of the Year, natura selvaggia in Valle d’Aosta

Maria Paola Gianni

Animali domestici, Italia al top in Europa

Alessandro Macciò

Milano, nasce Uptown il primo quartiere d’Italia pensato per i pet

Alessandro Macciò

Pecore al macello, Piqué insegue il camion e si perde

Alessandro Macciò

L’oroscopo del mese di aprile 2019