fbpx
lunedì, 19 Ago 2019
Quattro Zampe
Storie di animali

“C’è un pitbull per strada”: il vigile spara e uccide Tequila

Si chiamava Tequila e aveva un anno e mezzo, la cucciola di pitbull uccisa con due colpi di pistola da un agente della polizia locale di Montesilvano (Pescara). Tequila ha pagato a caro prezzo una fuga da casa che ha scatenato il panico tra i passanti.

Molti però hanno puntato il dito contro la reazione degli agenti intervenuti sul posto, ritenendo spropositato l’aver sparato e ucciso un cane.

Sabato 16 febbraio Montesilvano ospiterà una manifestazione per ricordare Tequila e chiedere giustizia per l’uccisione di un cane.

La fuga e l’aggressione allo yorkshire

Era una mattinata come tante altre. Tequila, forse eccitata dal passaggio di qualche cane, ha saltato il recinto di casa ed è uscita per le strade di Montesilvano. Stando alle ricostruzioni della polizia locale, Tequila ha azzannato uno yorkshire e dato un morso anche al suo anziano padrone, intervenuto per separare i cani. Alla vista della rissa con il pitbull, inoltre, una donna che passava nei paraggi ha cercato di scappare ed è caduta a terra. Lo yorkshire e i due feriti poi sono stati medicati.

L’intervento dei vigili e i colpi di pistola

Avvertiti dai passanti, i vigili di Montesilvano hanno mandato subito sul posto una pattuglia formata da due agenti. In un primo momento, la coppia ha cercato di avvicinarsi a Tequila per leggere il microchip del pitbull. Tequila però era troppo agitata e ha continuato ad abbaiare. Poi i vigili hanno usato lo spray urticante per cercare di immobilizzare Tequila, che però non si è fermata e ha cercato di aggredirli. A quel punto, uno dei due agenti ha estratto la pistola d’ordinanza e ha esploso due colpi contro Tequila: il primo l’ha ferita, il secondo l’ha uccisa.

La denuncia e la manifestazione

La padrona di Tequila rischia una multa per omesso controllo e malgoverno di animale. Dal canto suo, la Lega Nazionale Difesa del Cane ha denunciato l’agente che ha sparato alla cucciola di pitbull. Il comandante dei vigili di Montesilvano ha difeso i colleghi, assicurando che hanno usato la pistola come extrema ratio di fronte a una situazione di pericolo. L’associazione animalista invece parla di un atto “gravissimo, insensato e crudele”, legato anche al pregiudizio che colpisce i pitbull. Sabato 16 intanto Montesilvano ospiterà la manifestazione “Siamo tutti Tequila”, convocata dalla Lega del Cane di Pescara.

Indirizzario web:

Lega Nazionale Difesa del Cane

Approfondimenti: 

Se ti piacciono i pitbull, leggi anche Grace e Sophie, un Pitbull e un coniglio amici per la pelle

E a proposito di questa razza, leggi anche Frank, il pitbull che si sente infermiere

 

Altre letture consigliate

Il cavallo Apollo non può tornare dal proprietario che lo ha maltrattato

Maria Paola Gianni

Mamma Husky e cucciolo di gatto: un legame che va oltre la specie

Redazione Quattro Zampe

Gli ANIMALS del fotografo Steve McCurry

Maria Paola Gianni

Cigno ucciso a bastonate, il partner si lascia morire

Alessandro Macciò

Alpini, adunata a Milano col mulo Iroso nel cuore

Alessandro Macciò

Una nuova casa per i cavalli abbandonati nel Delta del Po

Alessandro Macciò