giovedì, 15 Nov 2018
Quattro Zampe
vacanza
In vacanza con il Pet Itinerari Pet Friendly Mondo Pet

In vacanza con i pet: il kit da viaggio

E’ il momento ideale per una vacanza!
Mare, montagna, lago, campeggio, città d’arte…
Dal kit di viaggio ai mille consigli per preparare una valigia “coi fiocchi”.
L’importante è sapere come organizzarsi al meglio.

vacanza

Finalmente dopo un duro anno di lavoro è arrivata la tanto desiderata vacanza estiva.
Partire per le vacanze con il proprio cane è una scelta sempre più frequente, anche grazie alle
strutture turistiche che si stanno adeguando.
I pet sono considerati membri della famiglia a tutti gli effetti.
I loro proprietari non si accontentano che vengano semplicemente accettati o tollerati.
Desiderano piuttosto che anche i nostri amici si sentano davvero in vacanza, con spazi dove correre liberamente, zone d’ombra per riposarsi.

E, perché no, anche la possibilità di rinfrescarsi facendo un tuffo ogni tanto.

vacanza

Come fare il kit di pronto soccorso e cosa mettere dentro

Prima di partire per le vacanze con i propri animali domestici è importante chiedere informazioni al proprio veterinario di fiducia.
E’ necessario sapere come attrezzare un kit di pronto soccorso per cane e gatto.
È composto da elementi e prodotti utili per gestire situazioni di emergenza.
Nel kit sono compresi anche prodotti soggetti a una data di scadenza.
Per questo motivo bisogna accertarsi sempre della buona conservazione dei prodotti e controllarli almeno due volte l’anno.
Naturalmente  quelli scaduti vanno buttati.
Questi oggetti possono essere conservati in una cassetta degli attrezzi di piccole dimensioni o anche in un sacchetto di nylon con cerniera.

Il petkit va conservato in un luogo fresco e asciutto, magari insieme agli oggetti per le emergenze e distinto da quello umano.
Nel kit va inserito il numero del proprio veterinario e delle cliniche veterinarie più vicine al luogo della vacanza.
Meglio se queste ultime svolgono un servizio di 24 ore su 24.

vacanza

Kit di Pronto Soccorso

•    Alcool denaturato
•    Antiparassitario
•    Bende di garza sterili 5cm a 10cm
•    Buste di plastica per le medicazioni ai piedi
•    Cerotti da 2,5cm a 5cm
•    Collirio a base di lacrime artificiali
•    Coperta Termica
•    Cotone idrofilo o cotonina
•    Fascia elastica
•    Forbici con punte arrotondate
•    Forbici piccole a punta/ taglia unghie
•    Ghiaccio istantaneo
•    Guanti in lattice
•    Laccio emostatico
•    Lozione per le orecchie
•    Museruola o laccio (i cani spaventati potrebbero mord
•    Nastro adesivo di 2,5 cm di larghezza
•    Olio di vaselina
•    Panno pulito
•    Mini torcia
•    Acqua ossigenata 3% (per disinfettare e per far vomit
•    Pinze anatomiche
•    Pinzette (per la rimozione di zecche o altro)
•    Pomata antibiotica generica per ferite
•    Pomata antisettica
•    Pomata antistaminica
•    Salviettine umidificate specifiche per animali
•    Sapone di Marsiglia per detergere le ferite causate da
•    Siringhe sterili monouso
•    Soluzione disinfettante di Betadine per pulire le feri
•    Soluzione fisiologica per detergere gli occhi
•    Spray disinfettante
•    Stecca per fasciare rigidamente un arto
•    Termometro
•    Vecchi calzini
vacanza

Vacanza al mare: cosa portare?

Se la nostra meta è il mare, occorre prepararsi al meglio anche per il proprio amico.
Se scegliamo la spiaggia libera, portare un ombrellone a parte per Fido.
In alternativa, esistono delle simpatiche tende create per i cani, che proteggono dai raggi Uv, in tessuto antigraffio, facili da montare.
È importante che il pet beva spesso, soprattutto al mare dove probabilmente si impiastriccerà di sabbia e sale.
Una ciotola, anche piccola e poco ingombrante, è indispensabile, insieme a un thermos per l’acqua.
In alternativa, provare con la ciotola richiudibile, per non sprecare acqua.
Oppure la ciotola termica, con uno scomparto per il ghiaccio che manterrà la temperatura dell’acqua costantemente fresca.

Se si va al mare: ricordarsi che:

Sole, sabbia e acqua di mare: possono irritare la pelle di Fido soprattutto se ha il manto chiaro.
Acqua potabile: tenere sempre acqua fresca e pulita a portata di mano
Passeggiate ogni 2 ore: portare all’esterno dell’impianto il cane per non sporcare
Bagno in acqua: non forzare Fido a entrare in acqua se è contrario.
Procedere piuttosto sempre con calma e a piccoli passi, perché non tutti i cani amano l’acqua

vacanza

Vacanza in montagna: cosa bisogna sapere?

La montagna è una delle mete preferite dagli sportivi e dagli amanti della natura in ogni periodo dell’anno.
In estate si può praticare trekking, escursioni, alpinismo, passeggiate in bicicletta godendosi paesaggi mozzafiato e temperature miti.
Di più.

Aria pulita, panorami, passeggiate al fresco, specchi d’acqua incontaminati e profumi delle cucine che offrono prodotti locali genuini.
Il rischio maggiore è che il nostro amico, incuriosito da qualcosa, possa allontanarsi in un luogo inesplorato.
Potrebbe cioè smarrirsi, soprattutto in quelle zone dove è presente neve anche in estate e sul manto nevoso gli odori non vengono percepiti normalmente dall’olfatto del cane.
Oltre alla canonica e importantissima medaglietta, ci sono dei dispositivi gps da agganciare al collare o pettorina.
Garmin, per esempio, propone il localizzatore Gtu10, impermeabile e leggero.

vacanza

Se si va in montagna: ricordarsi che: 

Boschi e sentieri: evitare di lasciar libero il cane in luoghi a lui poco conosciuti
Borraccia: acqua fresca sempre a disposizione
Bagno in acqua dolce: attenzione alle temperature rigide di laghetti e fiumi
Neve: il cane può perdere le tracce e smarrirsi

vacanza

Si va al lago: come organizzarsi?

È una meta che si trova a metà strada tra i meravigliosi paesaggi montani e il completo relax del
mare e della spiaggia.
Molte sono le ottime strutture che accolgono anche i nostri piccoli grandi amici.
Diverse spiagge sono a disposizione anche di chi viaggia con il cane.
Per non parlare delle tante attività all’aria aperta che si possono fare insieme, come piacevoli gite e passeggiate.
Le spiagge che accettano i cani dispongono spesso di tutta una serie di comfort, pensati e allestiti appositamente per loro.
Punti di ristoro con acqua, sacchetti per la raccolta dei loro “ricordini” e cestini dedicati, nonché sdraio e
ombrelloni riservati a loro.
Queste mete, però, necessitano di qualche accortezza in più.
L’acqua, ad esempio, può essere molto più fredda anche nelle ore centrali della giornata e avere profondità elevate pure vicino a riva.
Se si va in spiaggia col proprio cane per fare qualche tuffo, meglio, quindi, non perderlo mai di vista.
E’ il caso inoltre di entrare in acqua solo se si è molto sicuri che le condizioni siano adatte.

vacanza

La vacanza in città: quali accortezze?

Può sembrare impossibile che le città d’arte o le altre mete culturali possano essere una scelta appetibile anche per i nostri amici.
Tuttavia, se questo tipo di viaggio viene progettato con cura, si possono godere momenti di relax e divertimento sia per noi che per i nostri amici pelosi.
Meglio evitare, però, i periodi di alta stagione, con maggior frequenza turistica, e progettate piccoli percorsi, in cui il nostro cane possa essere protagonista.
Quando si sceglie di visitare una città d’arte è importante verificare per tempo che musei, parchi e strutture pubbliche di nostro interesse accettino i cani.

Tra i tanti itinerari dove poter scoprire le bellezze del nostro paese, in compagnia dei nostri pelosi, spicca il tour del vino nel Chianti.
Qui le degustazioni enogastronomiche girovagando tra castelli sfarzosi e suggestivi hanno fatto dell’accoglienza riservata ai pet il grande valore aggiunto della loro offerta turistica.
Anche in Franciacorta si organizzano percorsi di dog-trekking nelle cantine.
L’importante è fare una ricerca mirata per tempo: le famiglie allargate (con pet al seguito) sono sempre più prese in considerazione.

vacanza

Vacanza in campeggio: cosa mettere in valigia?

Per chi desidera trascorrere le proprie vacanze in campeggio è consigliabile attrezzarsi con tutto il necessario.
Se si viaggia in camper, in roulotte o se si sceglie di dormire in un bungalow tutto sarà più semplice.
Ma per chi sceglie di dormire in tenda servono più accorgimenti.
La tenda stessa, ad esempio, deve essere abbastanza capiente da ospitare tutti.
L’ideale è optare per una tenda a casetta, in modo che la zona giorno possa accogliere il cane durante la notte.
E disporre inoltre di una piccola veranda per mettere il cane al riparo da sole e intemperie.
In commercio esistono apposite casette mobili che diventano trasportini, di diverse taglie e dimensioni, picchettabili e con fondo in nylon.

vacanza

Campeggio: come comportarsi?

• Tenere sempre il cane sotto controllo per evitare che si allontani dalla tenda
• Assicurarsi che non si avvicini a posti pericolosi come barbecue o fuochi
• Assicurarsi che rispetti le altre tende, le persone e i bambini

vacanza

Kit da viaggio per vacanze in campeggio

  • Oggetti familiari al cane per evitare la nostalgia di casa: pupazzetti, giochi, palline preferite
  • Tutto il necessario in caso di piccoli imprevisti (ad esempio, allergie e punture d’insetti)
  • Repellenti anti-pulci
  • Prodotti anti-zanzare alla citronella da mettere intorno alla tenda
  • Se il campeggio è in montagna, copertina per le basse temperature notturne
  • Ciotola per acqua e cibo
  • Guinzaglio per le passeggiate e museruola se richiesta nelle aree comuni
  • Brandina o cuccia per riposare o dormire dentro o vicino alla tenda
  • Necessario per l’igiene e la raccolta dei bisogni
  • Snack per cani adatti al loro stile di vita e ben conservati (al riparo da luce e calore)

di Valentina Maggio

 

 

Altre letture consigliate

I tronchi di legno che fanno “Bau!”

Redazione Quattro Zampe

L’uccellino chiede aiuto, mamma e papà accorrono

Redazione Quattro Zampe

Alla ricerca del vostro hotel pet friendly